Tag: Musica

BUSALLA CAPITALE DELLA MUSICA

BUSALLA CAPITALE DELLA MUSICA

Sabato 14 settembre la 2ª edizione della Busalla Music Fest con Winterage, Algon, Diatomea e Sbarbine

È tutto pronto per la seconda edizione della Busalla Music Fest, in programma sabato 14 settembre in piazza Ferralasco.

A partire dalle ore 18, si alterneranno sul palco quattro gruppi musicali provenienti dai quattro angoli della Liguria: ad aprire l’evento sarà la cover band tutta al femminile delle Sbarbine, a seguire i savonesi Diatomea e i genovesi Alogon. Gran finale, in serata, con gli Winterage, nota band genovese reduce dalla vittoria al concorso europeo del Montelago Celtic Festival.

Per garantire il regolare svolgimento della manifestazione anche in caso di maltempo, l’intera piazza è stata coperta da una tensostruttura. Inoltre sarà presente uno stand di street food, birra e bibite a cura della Pro Loco.

L’evento, organizzato dalla Pro Loco di Busalla, è a ingresso libero.

LE BAND

Winterage

Gli Winterage nascono nel 2008, da un’idea del violinista Gabriele Boschi e del tastierista Dario Gisotti. Il gruppo sviluppa un sound di stampo power metal, con influenze provenienti dalla musica medievale, classica, celtica e dall’epic e progressive metal. Il primo lavoro della band è “2009” comprendente il brano “Ancient Forces”, incluso dalla rivista Rock Hard Italy nella compilation “Explosion” di ottobre 2012. Segue nel 2013 il singolo “Forest of Consciousness“, inserito nella colonna sonora del film horror “Extreme Jukebox”, mentre a febbraio 2015 esce il primo album full-lenght: “The Harmonic Passage“, un imponente lavoro al quale partecipa una vera orchestra sinfonica ed un coro lirico per un totale di 40 elementi, premiato più volte come “disco del mese” ed inserito da molte webzines nella top 10 del 2015. Il 25 dicembre 2015 esce in forma digitale il singolo “The Legend of the White Tannenbaum”, che arriva a ricoprire il primo posto nella classifica di iTunes “Top Brani Metal” nel periodo natalizio. Attualmente la band è impegnata nella composizione del suo secondo disco full-lenght.

Alogon

Gli Alogon sono una band progressive metal nata nel 2016 con l’intento di proporre un mix tra il progressive moderno e classico, declinato secondo le personali influenze stilistiche e musicali dei singoli componenti. All’attivo hanno un singolo, uscito da poco, denominato “The Fool“, ascoltabile in streaming su YouTube, Spotify e presso tutti gli altri principali store digitali.

Diatomea

Nati nel 2007, i Diatomea propongono un alternative rock legato all’originaria attitudine sperimentale del crossover, unendo strumentali heavy e testi provocatori a contaminazioni provenienti da stili musicali differenti e tentando di spingere l’ibridazione musicale oltre le tipiche formule degli anni ’90. Ritmiche aggressive condite da accenni rock e spunti psichedelici fanno da sfondo ad un abrasivo cantato in italiano, che vuole porsi come punto di vista critico nei confronti della società, delle sue zone grigie e idiosincrasie.

Sbarbine

Le Sbarbine si definiscono “quattro ragazze cazzute”. Costituitesi come band un anno e mezzo fa a Rossiglione, dove vivono, amano il rock e il trash metal anni ’70: il loro nome, non a caso, è un omaggio ai celeberrimi Skiantos.

Marco Gaviglio

INFO:

Maggiori informazioni sulle pagine facebook della Pro Loco di Busalla e della Busalla Music Fest.

Marco Gaviglio, Cell.: 349-1793476 Ufficio Stampa Pro Loco Busalla www.prolocobusalla.i

LE SBARBINE DI ROSSIGLIONE

Simone Cristicchi in concerto nel Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo

Simone Cristicchi in concerto nel Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo

Prosegue l’Attraverso Festival, che in collaborazione con l’ente del Parco Naturale delle Capanne di Marcarolo, porta un evento musicale degno di nota sui luoghi dove avvenne la strage della Benedicta: protagonista dell’evento “Sotto il cielo di Marcarolo”, sarà infatti Simone Cristicchi, il celebre cantautore romano che, dopo aver segnato 6 anni consecutivi di grandi successi, torna a cantare sui palchi di tutta Italia. L’appuntamento è previsto per domenica 25 agosto, alle ore 17.30, all’interno dell’Ecomuseo Cascina Moglioni di Bosio, in provincia di Alessandria. In contemporanea sarà possibile degustare specialità locali, a cura delle Pro Loco dei comuni del parco. I biglietti possono essere acquistati attraverso i circuiti Mailticket e Ticketone al prezzo di 15 euro e a 10 euro per coloro che risiedono all’interno del Parco. 

“STEFANOD” IN CONCERTO A NOVI LIGURE

“STEFANOD” IN CONCERTO A NOVI LIGURE

Ai “Venerdì di Luglio” torna a grande richiesta StefanoD con un nuovo concerto: “Come tu mi vuoi tour“.

Sarà come al solito una serata interessante quella del 19 luglio prossimo perché questo artista “ne sa una più del diavolo“, nel senso che non si limita a proporre in termini personalizzati le canzoni che hanno fatto epoca, me le interpreta accompagnandole con appositi costumi e scenografie.

Una interpretazione dai toni onirici che fa sognare, come fanno sognare anche le canzoni composte dallo stesso autore.

Allegria, voglia di esserci, per lasciare ferme un attimo le tensioni della vita quotidiana e trascorrere una bella serata all’insegna dello stare bene con se stessi!!!!

Questo il contenuto più importante del concerto di StefanoD!!!!

Gian Battista Cassulo

I “Cantò antra curte” a Novi Ligure

I “Cantò antra curte” a Novi Ligure

Venerdì 5 luglio alle ore 21,30 i “Cantò antra curte” di Capriata d’Orba (Al) proporranno al pubblico dei “Venerdì di Luglio” il loro repertorio di musiche e canzoni paesane.

Il titolo del concerto di quest’anno sarà “Gente dir paisu“, ideato e composto dall’Elfo della Cara.

Vi aspettiamo numerosi per questo evento, unico nel panorama artistico locale!!!!!

La location è in Largo Valentina a Novi Ligure.

E in più sarete accolti dagli artisti dell’Atelier di pittura e scultura “MamoArte” di Arquata Scrivia, che sarà presente con le sue opere in mostra.

Il tutto con il ristoro della famosa “Farinata di Lucio” annaffiata con la “Birra di Pasturana” e in più con gli stuzzichini del Bar Diana.

È un evento patrocinato dal Comune di Novi Ligure e targato: Erbaflor, Ottica Rebora e Tima Biancheria per la casa, con l’organizzazione de “l’inchiostro fresco”!!!!

Gli esercenti di Contrada Pallavicini

(Via Paolo Giacometti e Largo Valentina)

Il primo video e il primo gruppo di foto sono riferiti al “Gran debutto” dei “Cantò antra curte” avvenuto durante i “Venerdì di luglio” del 2018.

I Cantò, cantano in capriatese sostituendo alle parole originarie delle canzoni versi e aneddoti ad Caviriò.

Un mix intelligente per tenere viva la memoria del dialetto e delle tradizioni locali.

Il secondo video e il secondo gruppo di foto sono riferiti alla esposizione delle opere di MamoArte di Arquata Scrivia avvenuto sempre lo scorso anno in concomitanza con il concerto dei “Cantò antra curte”. 

Musica, arte e cultura tutte insieme in una serata sotto le stelle del cielo di luglio

LA COLONNA SONORA DE “L’INCHIOSTRO FRESCO”

LA COLONNA SONORA DE “L’INCHIOSTRO FRESCO”

Ovvero la colonna sonora di una grande passione: quella per il giornalismo

Cari amici

Se è vero che le canzoni sono la “colonna sonora” della vita di ognuno di noi, questa che vi propongo è la “colonna sonora” de “l’inchiostro fresco“.

Un mix di canzoni che la sera sentiamo qui in redazione mentre “traffichiamo” attorno al nostro sito in attesa di qualche notizia interessante da pubblicare.

Le canzoni ci aiutano a vivere e affondano le loro radici nei nostri ricordi più lontani, facendoceli tornare alla mente come se il tempo non fosse mai passato.

E a volte ascoltando le canzoni, le “nostre canzoni“, passano anche tutte le turbe, le piccole discussioni quotidiane fatte in casa, in redazione, tra gli amici e su tutto si alza il ricordo.

Il ricordo dei nostri tempi, di quello che siamo stati, di quello che abbiamo fatto. Il ricordo degli amici, anche di quelli che non ci sono più, il ricordo di amori lontani e forse mai dimenticati.

Ed è nel ricordo che ci si sente più vivi, perché la vita va vissuta e vissuta con coraggio senza lasciarsi trascinare dagli eventi, ma cercando per lo meno di non subirli.

E allora ti viene la voglia di andare avanti. Ti viene voglia di stare ancor più vicino alla persona che ami, oggi come se fosse ancora ieri.

Perché la vita è questa: un’eterna conquista del mondo che ti sta attorno!

Le canzoni ci ricordano tutto questo ed ecco le nostre canzoni. ne mancano molte, ma queste sono quelle che sentiamo di più!!!!

Gian Battista Cassulo

Nella foto in alto quattro giornalisti novesi a “caccia” di notizie. Nelle foto in basso, il sottoscritto all’inizio della sua carriera giornalistica negli anni Ottanta, il sottoscritto oggi nella Redazione de “l’inchiostro fresco”, il Corso di Giornalismo organizzato negli anni Ottanta a Novi Ligure da Il Secolo XIX e da IL POPOLO DI NOVI

LE NOSTRE CANZONI

  • Fabrizio De André: “ANDREA”
  • Fabrizio De André: “IL PESCATORE”
  • Fabrizio De André: “CREUZA DE MA”
  • Francesco De Gregori: “GENERALE”
  • I Nomadi: “LA CANZONE DEL BAMBINO NEL VENTO”
  • Lucio Dalla: “4 MARZO 1943”
  • De Gregori – Dalla: “MA COME FANNO I MARINAI
  • Lucio Dalla: “PIAZZA GRANDE
  • Adriano Celentano: “L’EMOZIONE NON HA VOCE
  • Adriano Celentano: “PREGHERO’
  • Bobby Solo: “UNA LACRIMA SUL VISO
  • Gian Pieretti: “IL VENTO DELL’EST

Augusto Daolio: “IO VAGABONDO

  • Nicola Di Bari: “VAGABONDO
  • Nicola Di Bari: “IL CUORE E’ UNO ZINGARO
  • Toto Cotugno: “LASCIATEMI CANTARE
  • Nadia Giannini: “NOTTI MAGICHE
  • Pavarotti e Zucchero: “VA PENSIERO

Giuseppe Verdi: “VA PENSIERO” (Gefangenenchor)

Francesco De Gregori: “VIVA L’ITALIA


Il “Premio Rotary per la musica” a Novi Ligure

Il “Premio Rotary per la musica” a Novi Ligure

Riceviamo e con piacere pubblichiamo la seguente nota.

Novità in ambito musicale degna di segnalazione è la prima edizione del Concorso Internazionale per violino e orchestra “Premio Rotary per la musica” indetto nei mesi scorsi dal Rotary Club di Novi Ligure, col sostegno del Distretto Rotary 2032, del Rotary Club Gavi-Libarna e in collaborazione con l’Orchestra Classica di Alessandria, le cui iscrizioni sono pervenute numerose da tutto il mondo con scadenza 25 maggio ultimo scorso.

Dopo attenta disamina da parte del comitato artistico, sono stati ammessi dieci giovani e brillanti candidati provenienti da Italia, Polonia, Spagna, Germania, Giappone e Svizzera (potevano iscriversi violinisti di ogni nazionalità, nati non oltre l’anno 1995).

Con questo evento di respiro internazionale, i Rotary Club di Novi Ligure, presieduto dall’Avvocato Valentina Filz, Gavi-Libarna, presieduto dal Dott. Francesco Mignone e il governatore Michele Gancia, insieme ad un ricco Comitato d’Onore, intendono valorizzare e sostenere i giovani artisti  affinchè possano essere di positiva ispirazione per le generazioni future, mediante il linguaggio universale della musica.

La prova semifinale, con accompagnamento pianistico, avrà luogo presso la Biblioteca Civica di Novi Ligure sabato 8 giugno alle ore 14:00 e la finale, in forma di concerto e riservata ai tre migliori concorrenti, avverrà domenica 9 giugno alle ore 18:00 presso il Museo dei Campionissimi.

Ad accompagnare i finalisti sarà l’Orchestra Classica di Alessandria che eseguirà un programma prestabilito, che prevede alcune delle più intense pagine di W. A. Mozart per violino e orchestra (il concerto n.3 in sol maggiore K216, il concerto n.4 in re maggiore K218 e il concerto n.5 in la maggiore K219).

La giuria, formata da musicisti di chiara fama, è composta da Roberto Ranfaldi (violino di spalla dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI), Luca Santaniello (violino di spalla dell’Orchestra Sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi”) e Marco Zuccarini (Direttore del Conservatorio “G. Verdi” di Torino), mentre fanno parte del Comitato artistico Andrea Oddone (RC Novi Ligure) e Luciano Girardengo (RC Gavi-Libarna).

Al termine dell’esibizione sarà resa nota la classifica e avrà luogo la premiazione per un ammontare di 3.500 Euro.

L’ingresso al concerto è libero e tutta la Cittadinanza è invitata all’evento.

Masone: tre giorni di musica e gastronomia per salvare il teatro.

Masone: tre giorni di musica e gastronomia per salvare il teatro.

La Valle Stura si è mobilitata per cercare di ridare nuova vita al teatro di Masone “Monsignor Macciò”, inagibile da diversi mesi a causa della necessità di importanti interventi di ristrutturazione e adeguamento imposti dalle nuove normative sulla sicurezza sempre più restrittive.

Il teatro rappresenta una struttura irrinunciabile sia per gli abitanti di Masone sia per quelli dell’intera Valle Stura, che già hanno potuto rendersi conto dell’importanza di disporre di una realtà che da generazioni ospita molte tra le più importanti manifestazioni ed eventi del territorio, tra i quali il Bud & Terence Festival e il Valley’s Got Talent.

Per far fronte a questa situazione, sembrerebbero necessari circa 100.000 euro e, per cercare di reperire questa importante somma, i cittadini si sono prodigati ad organizzare diverse iniziative ed hanno subito creato una pagina Facebook dedicata attraverso cui dare visibilità agli eventi che saranno di volta in volta messi in atto per raccogliere fondi per la nobile causa.

Anche i Primi Cittadini della vallata si sono resi disponibili offrendo la loro solidarietà e già  diverse associazioni locali hanno contributo con donazioni. 

Nei prossimi giorni a Masone sono previsti tre eventi di intrattenimento musicale che si svolgeranno in un contesto in cui funzioneranno anche stand gastronomici presso i quali sarà possibile gustare prelibatezze quali ravioli al sugo, trenette al pesto, grigliate di carne, salsicce, patatine, farinata e dolci. Il ricavato delle tre serate, ovviamente dedotte le spese, sarà interamente devoluto a favore della ristrutturazione del teatro.