Tag: valle stura

Varina Country Fest

Varina Country Fest

Sabato 15 giugno il vecchio west torna in Valle Gargassa

Edizione numero quattro per il ‘Varina Country Fest’. Un evento che si annuncia imperdibile nella suggestiva cornice dell’ASD Ippica Varina in Via Valle Gargassa 82 a Rossiglione (GE). Mangiare a Km0, musica, giochi e tanto divertimento e relax. Con il patrocinio del Comune di Rossiglione e del Parco del Beigua (Unesco Global Geopark).

Il ricco programma vede il ‘Line Dancers country Fever’ come il fiore all’occhiello di quest’edizione: la scuola di danza country vi farà ballare sulle note dei grandi classici del West! 

Come sempre oltre a tanto divertimento un ricco menu tradizionale e birra artigianale. Si partirà alle 18:30 con l’aperitivo mentre l’Associazione di Acquabuona si occuperà della ristorazione con piatti e ricette tipiche della cultura western come fagioli e salsiccia alla ‘Bud Spencer’, polenta e stufato con carne a Km 0 e la ‘Pro Loco’ di Rossiglione  delizierà i palati di tutti con le tradizionali frittelle. Per smaltire la cena nel migliore dei modi, nel verde incontaminato dell’ASD Ippica Varina, oltre a ballare si potrà fare qualche passo indietro negli anni, con divertenti giochi all’aria aperta come tiro alla fune, braccio di ferro, lancio dei ferri di cavallo e, in collaborazione con il ‘Museo Passatempo’, saranno rispolverati altri giochi appartenenti alle antiche tradizioni contadine.

Ma ci sono anche importanti notizie ecologiche, infatti l’organizzazione della festa sta lavorando duro per rendere tutti i rifiuti compostabili e riciclabili: un importante ed encomiabile sforzo per la tutela del nostro territorio.
Un appuntamento da non mancare assolutamente anche in caso di tempo avverso, infatti in caso di pioggia il ‘Varina Country Fest’ si terrà al coperto. Niente e nessuno fermerà quindi questa IV edizione del folcloristico festival country rossiglionese!

Campo Ligure attende l’estate con la Festa al Pascolo del Monte Pavaglione

Campo Ligure attende l’estate con la Festa al Pascolo del Monte Pavaglione

La primavera quest’anno non è stata generosa offrendo quasi sempre giornate piovose, soprattutto nei fine settimana, ma, tra pochi giorni, a Campo Ligure sarà possibile festeggiare l’approssimarsi dell’estate partecipando ad uno tra gli appuntamenti più attesi in Valle Stura per quanto riguarda le feste campestri.

Organizzata dalla Pro Loco di Campo Ligure con il fine di valorizzare il patrimonio zootecnico locale, presso il Pascolo del Monte Pavaglione si svolgerà domenica 2 giugno la tradizionale “Festa al Pascolo”.

In un contesto prettamente agreste, immersi nel verde incontaminato, sarà possibile assaporare cibi tipici e genuini o semplicemente compiere una passeggiata e godere di panorami unici, senza dimenticare che le Valli Stura e Orba offrono l’opportunità di visitare centri storici di eccellenza e musei unici nel loro genere, come quello della Filigrana a Campo Ligure, il museo Passatempo a Rossiglione e quello del Ferro a Masone, e tante attività artigianali.

Il programma della “Festa al Pascolo” è il seguente: 

Ore 8.15 Raduno per escursionisti da Piazza 2-3 Gennaio (Rossiglione)

Ore 9.15 Raduno per escursionisti in Piazza Vittorio Emanuele II (Campo Ligure)

Ore 9:45 Partenza minibus da Campo Ligure (facoltativa)

Ore 12:00 Pranzo Country … e altro ancora!

Per il pranzo è indispensabile la prenotazione entro il 30 Maggio presso la Pro Loco di Campo Ligure tel. 010/921055 – 320 6765132

In caso di maltempo la festa sarà annullata.

Per info: I.A.T. Valli Stura e Orba – Campo Ligure

Tel 010.921055

mail prolococampo@yahoo.it

I Pendolari ATP della Valle Stura sono ancora in attesa del ripristino delle corse dirette a Genova Brignole

I Pendolari ATP della Valle Stura sono ancora in attesa del ripristino delle corse dirette a Genova Brignole

Con un comunicato stampa i “Pendolari ATP della Linea C Valle Stura” comunicano che, a nove mesi dal crollo del Ponte Morandi, non sono ancora stati ripristinati i collegamenti diretti della corse ATP con destinazione finale Genova Brignole.

I Pendolari ATP della Linea C Valle Stura manifestano anche la preoccupazione di un rincaro dei costi per l’acquisto dei titoli di viaggio mensili, nell’eventualità in cui non si concretizzasse il ripristino della situazione antecedente la drammatica tragedia del crollo del viadotto sul Polcevera.

Come richiesto dallo stesso gruppo “Pendolari ATP della Linea C Valle Stura”, diamo di seguito spazio alla pubblicazione integrale del comunicato stampa che hanno inviato alla nostra redazione.

Comunicato Stampa Pendolari ATP della Linea C Valle Stura

 BIGLIETTO INTEGRATO CITTÀ METROPOLITANA DI GENOVA

Osservazioni dei pendolari ATP – Linea C

Premessa

Sulla base del principio dell’unità del territorio della Città Metropolitana, sancito dalla legge

7 aprile 2014, n. 56 (Legge Delrio), e a seguito dei finanziamenti del Decreto Legge 109/2018

promulgato per l’emergenza successiva al crollo del Ponte Morandi, occorre individuare le

modalità di utilizzo dei fondi destinati al miglioramento del trasporto pubblico locale (TPL).

La proposta di realizzazione di un biglietto unico integrato che permetta di fruire

indistintamente di diversi vettori di trasporto pubblico (treno su tutta la rete della Città

Metropolitana + bus urbano + bus extraurbano + metropolitana) trova riferimento nella

deliberazione del Consiglio Regionale n. 7 del 27/06/2017 in merito all’approvazione del

“Programma dei servizi di trasporto pubblico locale e regionale”.

È compito della Regione Liguria proporre l’avvio di una sperimentazione di un progetto di

integrazione tariffaria nell’ambito della Città Metropolitana di Genova tra i vari vettori interessati

dal TPL, come anticipazione del PUMS (Piano Urbano della Mobilità Sostenibile) che entrerà

presumibilmente in vigore dal 2025.

L’anticipazione del PUMS sembrerebbe prevista solo per la Linea C Valle Stura del servizio

extraurbano di ATP.

Considerazioni sulle tariffe attualmente applicate

1) A seguito del crollo del Ponte Morandi le corse ATP (servizio extraurbano) della Linea C

Valle Stura hanno subito un taglio drastico sulla percorrenza, limitandosi a Genova-Voltri e

costringendo gli utenti diretti a Genova-Brignole a cambiare vettore e a utilizzare la linea

ferroviaria Genova-Brignole.

2) Il costo dell’abbonamento mensile AMT/TRENITALIA area metropolitana, necessario per il

percorso Voltri-Brignole dal mese di settembre 2018 ad oggi, è stato sostenuto da ATP con

i fondi dell’emergenza Ponte Morandi (consegna gratuita degli abbonamenti mensili

AMT/TRENITALIA ai possessori dell’abbonamento ATP) in sostituzione del servizio tagliato.

3) Per gli utenti della Valle Stura, ai quali è stato tolto il servizio ATP verso Genova Centro a

seguito del crollo del Ponte Morandi, l’ipotesi di avvio anticipato del PUMS con la proposta

di integrazione tariffaria attualmente in vigore non è accettabile e tantomeno sostenibile

rispetto alle tariffe degli abbonamenti ATP utilizzati precedentemente al crollo del Ponte

Morandi come dimostrato nel prospetto allegato.

Conclusioni

1) Per gli utenti che prima del crollo del Ponte Morandi utilizzavano il solo vettore ATP per

raggiungere Genova Brignole (o fermate intermedie) e in previsione dell’abolizione

dell’abbonamento integrato AMT/TRENITALIA attualmente fornito gratuitamente (i fondi

dell’emergenza Ponte Morandi finiranno …) le tariffe integrate proposte, si traducono in un

aumento significativo dei costi da sostenere (quasi il doppio).

2) Di fatto si verificano enormi differenze di trattamento tra gli utenti del TPL della Città

Metropolitana. Ad esempio, un utente residente a Portofino che deve recarsi per lavoro a

Genova Brignole può utilizzare soltanto i mezzi ATP con un abbonamento mensile al costo

di € 50,00. Nel caso invece di un utente residente a Masone, per raggiungere Genova

Brignole con il solo utilizzo di mezzi pubblici al pari dell’abitante di Portofino, il costo

minimo da sostenere è di € 90,00 (integrato ATP/AMT + supplemento autostrada per

Voltri), vale a dire quasi il doppio!

3) Il comuni situati a ponente sono penalizzati dall’assenza di corse ATP verso il centro e gli

utenti abbonati devono affrontare costi mensili mediamente più elevati degli utenti del

levante.

4) Occorre trovare un vero sistema tariffario perequativo che offra agli utenti dei comuni più

disagiati un abbonamento integrato ad un costo mensile/annuale accessibile che permetta

di utilizzare indistintamente i tre vettori di TPL (ATP, AMT e TRENITALIA) in tutto il

territorio della Città Metropolitana di Genova e non solo nell’area urbana come accade

attualmente. Con le attuali tariffe, rispetto ai costi sostenuti ante crollo ponte, una famiglia

con due componenti pendolari deve sostenere costi maggiorativi sino a + € 126,00/mese

che si traducono in + € 1.512,00/anno).

5) Si sottolinea, inoltre, che per i pendolari dei comuni dell’entroterra privi di una stazione

ferroviaria come Masone e quindi privi di un’alternativa, all’aumento delle tariffe si

sommano i disagi e le difficoltà inerenti le coincidenze dei vari vettori che devono

necessariamente utilizzare e che non sempre sono congruenti. Ad esempio per i pendolari

di Masone che devono raggiungere Campo Ligure per il treno delle 7.45 non hanno a

disposizione una corsa utile per raggiungere la stazione in tempo, oppure per chi arriva a

Campo Ligure con il treno alle 20.03 e deve raggiungere Masone il primo bus utile è il

giorno dopo alle ore 5.08.

Masone, 22/05/2019 I Pendolari ATP – Linea C

Masone: tre giorni di musica e gastronomia per salvare il teatro.

Masone: tre giorni di musica e gastronomia per salvare il teatro.

La Valle Stura si è mobilitata per cercare di ridare nuova vita al teatro di Masone “Monsignor Macciò”, inagibile da diversi mesi a causa della necessità di importanti interventi di ristrutturazione e adeguamento imposti dalle nuove normative sulla sicurezza sempre più restrittive.

Il teatro rappresenta una struttura irrinunciabile sia per gli abitanti di Masone sia per quelli dell’intera Valle Stura, che già hanno potuto rendersi conto dell’importanza di disporre di una realtà che da generazioni ospita molte tra le più importanti manifestazioni ed eventi del territorio, tra i quali il Bud & Terence Festival e il Valley’s Got Talent.

Per far fronte a questa situazione, sembrerebbero necessari circa 100.000 euro e, per cercare di reperire questa importante somma, i cittadini si sono prodigati ad organizzare diverse iniziative ed hanno subito creato una pagina Facebook dedicata attraverso cui dare visibilità agli eventi che saranno di volta in volta messi in atto per raccogliere fondi per la nobile causa.

Anche i Primi Cittadini della vallata si sono resi disponibili offrendo la loro solidarietà e già  diverse associazioni locali hanno contributo con donazioni. 

Nei prossimi giorni a Masone sono previsti tre eventi di intrattenimento musicale che si svolgeranno in un contesto in cui funzioneranno anche stand gastronomici presso i quali sarà possibile gustare prelibatezze quali ravioli al sugo, trenette al pesto, grigliate di carne, salsicce, patatine, farinata e dolci. Il ricavato delle tre serate, ovviamente dedotte le spese, sarà interamente devoluto a favore della ristrutturazione del teatro. 

Tiglieto: il Moto Club Valli del S.O.L. supera l’esame dell’enduro.

Tiglieto: il Moto Club Valli del S.O.L. supera l’esame dell’enduro.

Promosso a pieni voti il Motoclub Valli del S.O.L. organizzatore della terza prova di enduro valida per il campionato ligure, che si è svolta domenica 12 maggio 2019 nelle Valle Stura e Orba, nell’immediato entroterra genovese alle spalle del capoluogo ligure.

Numerosi gli iscritti a questa competizione dei quali 170 hanno preso il via dalla partenza posta a Tiglieto, dove il sabato i piloti hanno allestito i box all’interno del paddock.

Il percorso si snodava in un tracciato ideale che raggiungeva il territorio del Comune di Rossiglione dove, in località Garrone è stata predisposta l’area dove si è svolto il cross test.

Le prove speciali sono state invece disegnate lungo i sentieri diquella che in Valle Stura è senza dubbio ritenuta una zona stupenda da tutti, sportivi ed escursionisti e da chi semplicemente ama le rilassanti passeggiane nel verde. I tratti all’interno della boscaglia hanno fatto selezione con tanti passaggi molto tecnici e insidie inaspettate, quali le radici degli alberi che affiorando dalla terra e i molti sassi instabili e viscidi, che hanno messo spesso in difficoltà i concorrenti. Anche il terreno, inzuppato dalle intense piogge dei giorni precedenti, ha fatto la sua parte costringendo i piloti a controlli spettacolari dei mezzi, a tutto vantaggio del divertimento del numeroso pubblico presente.

Degno di nota anche il cross test che, allestito su alcuni prati che non vengono attualmente utilizzati per la coltivazione, ha impegnato i partecipanti in una prova dove derapate e controsterzi si sono sprecati.

Nel complesso si può tranquillamente dire che il lavoro e l’impegno uniti alla capacità di tutti coloro che si sono adoperati nella preparazione di questo importante evento, ha consentito al Moto Club Valli del S.O.L. di raggiungere un obiettivo importante che ci auguriamo sinceramente possa diventare un appuntamento fisso nel panorama delle manifestazioni sportive delle Valli Stura e Orba.

Va sottolineato che quella dell’enduro, che fino alla fine degli anni ottanta in Italia era chiamata Regolarità, può ancora oggi essere considerata senza dubbi la specialità più impegnativa sia per i mezzi, sia per i piloti ed anche per gli organizzatori delle prove. 

Tra i concorrenti erano presenti al via anche due rappresentanti del “gentil sesso”, Giulia Melighetti del moto club Gentlemen e Stephanie Bianchi portacolori del moto club Enduro Sanremo, che hanno regolarmente concluso la gara.

La giornata si è conclusa con la premiazioni ufficializzata dalla presenza dei Sindaci dei due Comuni coinvolti dall’insistenza del percorso di gara  sui territori da loro amministrati, Giorgio Leoncini per Tiglieto e Katia Piccardo per Rossiglione, che hanno espresso ai responsabili del Moto Club Valli del S.O.L. il loro personale compiacimento per la riuscita della manifestazione.

Giacomo Piombo

https://www.facebook.com/linchiostrofresco/videos/442339506340049/

Al via in Valle Stura la terza Prova del Campionato Regionale di Enduro

Al via in Valle Stura la terza Prova del Campionato Regionale di Enduro

In Valle Stura è ormai tutto pronto per il via della 3a prova del Campionato Regionale Ligure di Enduro.

La gara, organizzata dal locale Motoclub Valli del Sol, avrà la base di partenza nel Comune di Tiglieto presso la località Prato Grande, dove ciascun pilota allestirà il proprio paddock.

L’importante competizione sportiva inizierà sabato 11 maggio dalle ore 14 alle 18.30 e domenica dalle 7.15 alle 8.15 con lo svolgimento delle Operazioni Preliminari, mentre la partenza del primo concorrente è prevista alle ore 9.00 della domenica.

Il percorso, articolato su un giro da 35 Km da ripetersi ben tre volte per un totale di 105 Km, prevede quali prove speciali cross test, enduro test e controllo orario sul giro e, con le piogge degli scorsi giorni che hanno “preparato” adeguatamente il terreno, lo spettacolo è assicurato.

Il tracciato si articolerà su un’area ampia che interesserà anche il vicino Comune di Rossiglione che, come ha spiegato il Sindaco Katia Piccardo,  dopo aver chiesto che fosse acquisito il consenso scritto da parte dei proprietari dei terreni attraversati dal percorso ed aver ricevuto dall’associazione organizzatrice la conferma di adeguate garanzie assicurative e ricevuto dalla stessa l’impegno a provvedere alla riparazione di eventuali danneggiamenti o assolcamenti dei fondi coinvolti, si è reso da subito disponibile a dare il proprio importante contributo all’organizzazione della manifestazione.

Va sottolineato, a tal proposito, che si tratta di un evento di grande rilevanza nell’attuale contesto delle Valli Stura e Orba che, pur essendo posizionate nelle immediate vicinanze di Genova hanno necessità di trovare nuovi flussi di turismo, anche estemporaneo, che possano realizzare la meritata valorizzazione delle tante eccellenze che da sempre caratterizzano i borghi di Masone, Campo Ligure, Rossiglione e Tiglieto.

La partecipazione del Comune di Rossiglione ha reso possibile il coinvolgimento di tutte le attività commerciali e ricettive del comprensorio che coordinate sapranno offrire le dovute garanzie di quell’accoglienza tipica delle valli dell’Appennino ligure.

Nella frazione rossiglionese di Garrone, dove passerà il tracciato e si svolgerà una delle prove speciali, la locale Pro Loco Garrone, sotto la guida dell’insostituibile Presidente Paola Origone, ha reso possibile l’allestimento di un punto di ristoro.

Va ricordato che un’attività di questo tipo rappresenta un momento di estrema visibilità per il territorio che deve però saper cogliere l’opportunità ed assicurare agli organizzatori un’auspicabile continuità.

La manifestazione coinvolgerà anche le forze dell’ordine di polizia locale, l’arma dei Carabinieri e dei Carabinieri Forestali nonché la CRI, e altre associazioni che hanno offerto il loro supporto.

Si può soltanto aggiungere che il fuoristrada, adeguatamente regolamentato e sostenuto, non rappresenta una minaccia per l’ambiente, come molti erroneamente pensano, ma al contrario sa esserne efficace alleato, offrendo l’impegno di molti volontari che, condividendo una passione per la natura, da cui la pratica del loro sport preferito non può certamente prescindere, si rendono disponibili per costanti e volontarie attività di controllo e prevenzione di incendi boschivi, pulizia di sentieri e altro ancora.

Augurando un sincero in bocca al lupo a tutti coloro che hanno reso possibile questo sogno cullato da tempo, l’inchiostro fresco vi da appuntamento a domenica mattina in Valle Stura con lo sventolio della prima bandiera a scacchi.

Campo Ligure celebra il 74° anniversario della Liberazione

Campo Ligure celebra il 74° anniversario della Liberazione

Giovedì 25 aprile 2019 anche a Campo Ligure, al termine della Santa Messa officiata nella Chiesa parrocchiale, si è svolta in piazza Vittorio Emanuele II la cerimonia della deposizione di una corona al monumento ai caduti.

Alla celebrazione, dove ha prestato servizio la banda cittadina locale, erano presenti i Sindaci di Campo Ligure Andrea Pastorino, di Rossiglione Katia Piccardo, di Masone Enrico Piccardo e il Presidente dell’ANPI di Campo Ligure Giulio Merlo. Il corteo si è poi trasferito nel Palazzo Comunale dove il Sindaco di Campo Ligure ha concluso la commemorazione.

Rossiglione vi aspetta per il ponte del 25 aprile con tre appuntamenti imperdibili all’interno della manifestazione EXPONIAMOCI

Rossiglione vi aspetta per il ponte del 25 aprile con tre appuntamenti imperdibili all’interno della manifestazione EXPONIAMOCI

Saranno tre giorni intensi per Rossiglione che ancora una volta organizza nell’area expo una serie di eventi che potranno accontentare i gusti di tutti.

Il 25 aprile Exponiamoci proporrà la mostra scambio di collezionismo e modellismo, organizzata in collaborazione con il Museo Passatempo di Rossiglione, il 26 Aprile dalle 18 alle 21,30 si potrà assistere ad un’esibizione della scuola di ballo Mambo Rico di Ovada a cui seguirà la serata danzante con balli caraibici a cui tutti potranno partecipare.  Alle ore 22, in collaborazione con i ragazzi del Noise Events, si esibiranno alcuni Gruppi Rock formati da giovani artisti, i The Corks – Rock cover anni ’70, Le Sbarbine – Rock Cover (un gruppo tutto al femminile), Wilson Project – Prog Originale e i No Regrets – Rock originale.

All’interno dell’area expo verrà allestito un ristorante ed un punto ristoro dove saranno serviti panini e birra.

 L’evento del 27 aprile sarà invece totalmente dedicato ai giovanissimi con la Noise Night, con cui i ragazzi del Noise Events offriranno una lunga serata di divertimento.

Per quanto riguarda la mostra scambio di collezionismo e modellismo è previsto l’orario di apertura dalle 10 alle 18 con ingresso gratuito. All’interno della ex ferriera, dove la mostra sarà ospitata, i collezionisti e modellisti esporranno i loro pezzi da collezione e le loro opere che potranno essere ammirate e scambiate.

Nel contesto della manifestazione sono previste anche iniziative collaterali per famiglie, quali il 1° TROFEO ROSSIGLIONE DI CICLOTAPPO, organizzato dalla Federazione Italiana Giuoco CicloTappo  ovvero una serie di prove dimostrative seguite da gare aperte a tutti che si disputeranno su una pista sintetica per far riscoprire lo storico gioco popolare dei tempi passati che si praticava in strada utilizzando le grette, che tolte con cura dalle bottiglie delle bibite venivano personalizzate con le foto dei beniamini del ciclismo ritagliate dalla carta stampata.
Sarà anche possibile assistere ad esibizioni di modelli fuoristrada radiocomandati curate da P8 TEK e sarà funzionate il ristorante a partire dalle ore 12. La manifestazione è organizzata dal Gruppo Operatori Economici Rossiglione 2000, curata dal Museo  , in collaborazione con AICAM e con il patrocinio del Comune di Rossiglione ed è possibile avere informazioni chiamando il numero 3428322843 o inviando mail a exponiamocirossiglione@gmail.com

L’enduro regionale sbarca in Valle Stura

L’enduro regionale sbarca in Valle Stura

C’è fermento in Valle Stura tra gli appassionati di fuoristrada a due ruote per l’avvicinarsi di un importante appuntamento con la regolarità. Il locale motoclub Valli del Sol si è impegnato per far si che il nostro territorio potesse finalmente essere teatro di un evento motociclistico che regalerà ai paesi della vallata la visibilità che mancava. Sabato 11 a Tiglieto, presso il centro sportivo di Badia, verrà allestita un’area attrezzata per ospitare i paddok dei piloti partecipanti ai quali sarà concessa l’ispezione del percorso di gara che potranno effettuare a piedi, mentre le moto saranno ospitate nel parco chiuso.
 Domenica 12 maggio prenderà il via la 3a prova del Campionato Regionale Ligure di Enduro che si svolgerà su un percorso di circa 40 Km, tracciato tra i Comuni di Rossiglione e Tiglieto, da percorrere tre volte. Per ciascuno dei tre giri, che durerà all’incirca due ore, sono previste due prove speciali distinte, un fettucciato e una prova in linea. Nel frattempo impagabili volontari si stanno prodigando per restituire la percorribilità ai sentieri che attraversano i boschi nelle zone interessate resi impraticabili dagli alberi abbattuti dal gelo e dalle intemperie degli inverni di questi ultimi anni.

Ricordando che le prime due prove si sono disputate il 3 marzo a Pogli (Sv) organizzata dal MC Alassio e il 28 apile a Vado Ligure (Sv) organizzata dal MC Segno invitiamo i nostri lettori a non perdere questa occasione unica per vivere l’emozione di questo bellissimo sport che fino agli anni 80 si chiamava regolarità.

INTERVISTA A PIER SANDRO CASSULO, CANDIDATO SINDACO AL OVADA, NELLA LISTA CIVICA “OVADA VIVA”

INTERVISTA A PIER SANDRO CASSULO, CANDIDATO SINDACO AL OVADA, NELLA LISTA CIVICA “OVADA VIVA”

Davanti alla sede di “Ovada Viva” sita in via Cairoli, sita di fronte alla centralissima  Piazza dell’Annunziata, abbiamo incontrato il candidato sindaco Pier Sandro Cassulo che nella recentissima Conferenza stampa tenuta sabato 23 marzo, ha annunciato di aver ricevuto la richiesta da Giorgio Bricola, Eugenio Boccaccioe Fulvio Briata, ex candidati sindaci del recente passato, di guidare, in virtù della sua lunga e positiva esperienza amministrativa, una lista civicada contrapporre all’attuale amministrazione guidata dal sindaco uscente, Paolo Lantero.

Proprio in questi giorni alla candidatura Cassulo, ha dato il suo sostegno anche un altro esponente politico locale di peso, Angelo  Loris Priolo, molto attivo nel mondo del volontariato cittadino.

Cassulo aveva dato l’annuncio alla stampa locale della sua “investitura” in un luogo insolito: nell’atrio della stazione ferroviaria di Ovada, spiegando che, negli anni Novanta la dirigeva nella sua veste di Capo stazione titolaree dove vi aveva abitato fino a che era stato chiamato a dirigere la stazione di Genova Piazza Principe.

Ecco dunque il suo legame profondo con Ovada

Ed ora eccolo impegnato nella campagna elettorale in questa lista civica “Ovada viva” non prima però di aver ritenuto opportuno di presentare le sue dimissioni di segretario cittadinodella Legadi Ovada e da tutti gli altri incarichi di partito, proprio per non dare nessuna etichetta alla lista che lo sosterrà come candidato Sindaco.

Ma sentiamo direttamente da lui alcuni punti del suo programma in questa sua anticipazione che gentilmente ha concesso ai microfoni di Inchiostro fresco TV

Davide Parodi