Tag: valle stura

Rossiglione vi aspetta per il ponte del 25 aprile con tre appuntamenti imperdibili all’interno della manifestazione EXPONIAMOCI

Rossiglione vi aspetta per il ponte del 25 aprile con tre appuntamenti imperdibili all’interno della manifestazione EXPONIAMOCI

Saranno tre giorni intensi per Rossiglione che ancora una volta organizza nell’area expo una serie di eventi che potranno accontentare i gusti di tutti.

Il 25 aprile Exponiamoci proporrà la mostra scambio di collezionismo e modellismo, organizzata in collaborazione con il Museo Passatempo di Rossiglione, il 26 Aprile dalle 18 alle 21,30 si potrà assistere ad un’esibizione della scuola di ballo Mambo Rico di Ovada a cui seguirà la serata danzante con balli caraibici a cui tutti potranno partecipare.  Alle ore 22, in collaborazione con i ragazzi del Noise Events, si esibiranno alcuni Gruppi Rock formati da giovani artisti, i The Corks – Rock cover anni ’70, Le Sbarbine – Rock Cover (un gruppo tutto al femminile), Wilson Project – Prog Originale e i No Regrets – Rock originale.

All’interno dell’area expo verrà allestito un ristorante ed un punto ristoro dove saranno serviti panini e birra.

 L’evento del 27 aprile sarà invece totalmente dedicato ai giovanissimi con la Noise Night, con cui i ragazzi del Noise Events offriranno una lunga serata di divertimento.

Per quanto riguarda la mostra scambio di collezionismo e modellismo è previsto l’orario di apertura dalle 10 alle 18 con ingresso gratuito. All’interno della ex ferriera, dove la mostra sarà ospitata, i collezionisti e modellisti esporranno i loro pezzi da collezione e le loro opere che potranno essere ammirate e scambiate.

Nel contesto della manifestazione sono previste anche iniziative collaterali per famiglie, quali il 1° TROFEO ROSSIGLIONE DI CICLOTAPPO, organizzato dalla Federazione Italiana Giuoco CicloTappo  ovvero una serie di prove dimostrative seguite da gare aperte a tutti che si disputeranno su una pista sintetica per far riscoprire lo storico gioco popolare dei tempi passati che si praticava in strada utilizzando le grette, che tolte con cura dalle bottiglie delle bibite venivano personalizzate con le foto dei beniamini del ciclismo ritagliate dalla carta stampata.
Sarà anche possibile assistere ad esibizioni di modelli fuoristrada radiocomandati curate da P8 TEK e sarà funzionate il ristorante a partire dalle ore 12. La manifestazione è organizzata dal Gruppo Operatori Economici Rossiglione 2000, curata dal Museo  , in collaborazione con AICAM e con il patrocinio del Comune di Rossiglione ed è possibile avere informazioni chiamando il numero 3428322843 o inviando mail a exponiamocirossiglione@gmail.com

L’enduro regionale sbarca in Valle Stura

L’enduro regionale sbarca in Valle Stura

C’è fermento in Valle Stura tra gli appassionati di fuoristrada a due ruote per l’avvicinarsi di un importante appuntamento con la regolarità. Il locale motoclub Valli del Sol si è impegnato per far si che il nostro territorio potesse finalmente essere teatro di un evento motociclistico che regalerà ai paesi della vallata la visibilità che mancava. Sabato 11 a Tiglieto, presso il centro sportivo di Badia, verrà allestita un’area attrezzata per ospitare i paddok dei piloti partecipanti ai quali sarà concessa l’ispezione del percorso di gara che potranno effettuare a piedi, mentre le moto saranno ospitate nel parco chiuso.
 Domenica 12 maggio prenderà il via la 3a prova del Campionato Regionale Ligure di Enduro che si svolgerà su un percorso di circa 40 Km, tracciato tra i Comuni di Rossiglione e Tiglieto, da percorrere tre volte. Per ciascuno dei tre giri, che durerà all’incirca due ore, sono previste due prove speciali distinte, un fettucciato e una prova in linea. Nel frattempo impagabili volontari si stanno prodigando per restituire la percorribilità ai sentieri che attraversano i boschi nelle zone interessate resi impraticabili dagli alberi abbattuti dal gelo e dalle intemperie degli inverni di questi ultimi anni.

Ricordando che le prime due prove si sono disputate il 3 marzo a Pogli (Sv) organizzata dal MC Alassio e il 28 apile a Vado Ligure (Sv) organizzata dal MC Segno invitiamo i nostri lettori a non perdere questa occasione unica per vivere l’emozione di questo bellissimo sport che fino agli anni 80 si chiamava regolarità.

INTERVISTA A PIER SANDRO CASSULO, CANDIDATO SINDACO AL OVADA, NELLA LISTA CIVICA “OVADA VIVA”

INTERVISTA A PIER SANDRO CASSULO, CANDIDATO SINDACO AL OVADA, NELLA LISTA CIVICA “OVADA VIVA”

Davanti alla sede di “Ovada Viva” sita in via Cairoli, sita di fronte alla centralissima  Piazza dell’Annunziata, abbiamo incontrato il candidato sindaco Pier Sandro Cassulo che nella recentissima Conferenza stampa tenuta sabato 23 marzo, ha annunciato di aver ricevuto la richiesta da Giorgio Bricola, Eugenio Boccaccioe Fulvio Briata, ex candidati sindaci del recente passato, di guidare, in virtù della sua lunga e positiva esperienza amministrativa, una lista civicada contrapporre all’attuale amministrazione guidata dal sindaco uscente, Paolo Lantero.

Proprio in questi giorni alla candidatura Cassulo, ha dato il suo sostegno anche un altro esponente politico locale di peso, Angelo  Loris Priolo, molto attivo nel mondo del volontariato cittadino.

Cassulo aveva dato l’annuncio alla stampa locale della sua “investitura” in un luogo insolito: nell’atrio della stazione ferroviaria di Ovada, spiegando che, negli anni Novanta la dirigeva nella sua veste di Capo stazione titolaree dove vi aveva abitato fino a che era stato chiamato a dirigere la stazione di Genova Piazza Principe.

Ecco dunque il suo legame profondo con Ovada

Ed ora eccolo impegnato nella campagna elettorale in questa lista civica “Ovada viva” non prima però di aver ritenuto opportuno di presentare le sue dimissioni di segretario cittadinodella Legadi Ovada e da tutti gli altri incarichi di partito, proprio per non dare nessuna etichetta alla lista che lo sosterrà come candidato Sindaco.

Ma sentiamo direttamente da lui alcuni punti del suo programma in questa sua anticipazione che gentilmente ha concesso ai microfoni di Inchiostro fresco TV

Davide Parodi

Valle Stura: parte da Masone la primavera delle Confraternite all’insegna della solidarietà e della conservazione di antiche tradizioni.

Valle Stura: parte da Masone la primavera delle Confraternite all’insegna della solidarietà e della conservazione di antiche tradizioni.

La Valle Stura è nota per le numerose associazioni che operano nei vari paesi nei più disparati contesti e come di consueto con l’inizio della primavera iniziano a diffondere i programmi degli eventi e manifestazioni che animeranno le comunità insistenti sul territorio.

Anche la Confraternita di Masone ha comunicato i suoi programmi che per questo mese di aprile riguardano diverse attività di interesse collettivo.

Il primo è previsto per le giornate del 6 e del 7 aprile, in occasione della domenica cosiddetta “delle Anime”: in questa occasione alle S.S. Messe vengono ricordate, come suggerisce il nome, le anime del Purgatorio e quelle abbandonate. Sabato 6 aprile, alle ore 9,15, sarà inoltre recitato l’Ufficio dei defunti. Come previsto dalla tradizione tutte le offerte raccolte in questa circostanza verranno destinate alla celebrazione dei suffragi per le anime.

In memoria del Confratello Armando Pastorino, giardiniere di professione e ortolano per passione, verrà allestita domenica 7 aprile una mostra-scambio, all’interno della quale tutti gli appassionati della cultura rurale potranno conoscere e barattare semenze, piante antiche, frutta e lieviti. Si tratta senza dubbio di un’occasione unica in linea con l’attuale tendenza, sempre più diffusa, a riscoprire le antiche tradizioni agricole che contribuiscono ad alimentare lo sviluppo della cosiddetta catena “bio”.

Sempre in questa giornata verranno svolte le prove dei tradizionali “cristezanti”, una sorta di allenamento in vista delle processioni estive, per i bambini sarà invece possibile avvicinarsi a questa antica tradizione provando a portare il “Cristo Piccolo” sotto l’attenta guida dei confratelli.

L’8 aprile inizierà invece una raccolta alimentare destinata all’aiuto delle famiglie in difficoltà. Oltre alla confraternita masonese vi prenderanno parte anche quelle dei vicini comuni di Campo Ligure e Rossiglione su invito del nuovo parroco, don Aldo Badano, in ausilio alla Caritas della Valle Stura.

I generi alimentari raccolti verranno depositati presso un locale appositamente adibito dell’oratorio parrocchiale di Campo Ligure. Chiunque voglia partecipare potrà farlo consegnando la propria offerta di prodotti commestibili, purché a lunga scadenza, direttamente ai confratelli fino al 22 aprile. L’ultima, ma non per questo meno importante, iniziativa organizzata dalla confraternita di Masone si rivolge a tutti gli appassionati di orti e agricoltura: si tratta di “Un solco di patate in più” dove chi voglia contribuire potrà, partendo dalla semina, curare e coltivare una parte supplementare di patate da donare a coloro che necessitano di sostegno. Il raccolto potrà essere conferito presso l’Oratorio della Natività di Maria Santissima fino alla fine della stagione estiva.

QUEI DE RSCIUGNI AI “VENERDI’ DI LUGLIO” 2019 DI NOVI LIGURE

QUEI DE RSCIUGNI AI “VENERDI’ DI LUGLIO” 2019 DI NOVI LIGURE


A Novi Ligure, in Largo Valentina, si è messa in moto la macchina organizzativa per allietare l’estate dei novesi e e dei numerosi turisti che stanno riscoprendo l’Oltregiogo come luogo di villeggiatura.


Uno dei gruppi musicali che già lo scorso anno (vedere immagine di apertura all’articolo) ha ottenuto applausi a scena aperta sarà “Quei de Rscugni“, che proporranno la loro musica popolare che infiamma la Valle Stura.


Il Programma è in via di definizione ma ecco qu, anche per una simpatica anticipazione, uno spezzone sulle performance di questi musicisti, autentici poeti del pentagramma, che tengono viva la memoria locale!!!!!!

Gian Battista Cassulo

Il gruppo “Gnachi e Furbe” ospite di Radio Skylab di Varazze

Il gruppo “Gnachi e Furbe” ospite di Radio Skylab di Varazze

Un omaggio alla canzone dialettale

Gli artisti dell’Oltregiogo stanno spopolando.

Il gruppo musicale “Gnachi e Furbe” lunedì 18 marzo sarà  ospite della mitica Radio Skylab di Varazze, dove Pina e Tina (le furbe); Attila (il boss) e il Foresto gnaco, al secolo Mkg U Cantautupittu’ porteranno l’audience alle stelle.

Eccovi un’anticipazione del loro concerto con un video girato al Festival della Canzone dialettale di Albenga, dove il dialetto torna ad essere una lingua viva aiutando a riscoprire tradizioni e territori locali.

Il teatro Don Pelle di San Giorgio di Albenga dal 2002 organizza questo Festival ogni anno sempre più partecipato.

L’idea del Festival era nata nel 1999 a Chiavari durante un convegno dal tema: “Recitare in Liguria”.

Anche noi, tramite “l’inchiostro fresco”, vorremmo contribuire a questa iniziativa portando qui a Novi Ligure, città piemontese ma ligure nei sentimenti e antica capitale dell’Oltregiogo genovese, l’idea di questo Festival facendo salire sul palco dei Venerdì di Luglio in Largo Valentina, gruppi musicali dialettali quali “Quei de Rsciugni” di Rossiglione, i “Cantò antra curte” di Capriata d’Orba, i “Ghachi e Furbe” della Valle Stura.

E spariamo di arricchire il panorama anche ad altri gruppi magari della Valle Scrivia e della Val Trebbia, per dare un panorama completo della musica dialettale locale.

In questo senso, ormai da dodici anni, organizziamo ad agosto a Basaluzzo (Al), insieme alla Di.A.Psi di Novi Ligure, serate dedicati a Fabrizio de André con il gruppo musicale de “Le Quattro Chitarre

Una mano, sul piano storico e culturale, in questa nostra impresa che vorremmo intraprendere ce la potrebbe senz’altro dare l’Ing. Franco Bampi presidente dell’Associazione di cultura genovese,“A Compagna”, d anni impegnato nella difesa della cultura locale.

Ma eccovi nel video una performance dei “Gnachi e Furbe” sul palco del Festival di Albenga e a queto gruppo i complimenti dalla redazione!!!!!

Gian Battista Cassulo

I "Gnachi e Furbe" in sciu palcu!!!!!!!

UN OMAGGIO ALLA CANZONE DIALETTALEGli artisti dell’Oltregiogo stanno spopolando.IL GRUPPO MUSICALE "GNACHI E FURBE" OSPITE DI RADIO SKYLAB DI VARAZZEIl gruppo musicale “Gnachi e Furbe" lunedì 18 marzo sarà ospite della mitica Radio Skylab di Varazze, dove Pina e Tina (le furbe); Attila (il boss) e il Foresto gnaco, al secolo Mkg 'U Cantautupittu' porteranno l’audience alle stelle. Eccovi un’anticipazione del loro concerto con un video girato al Festival della Canzone dialettale di Albenga, dove il dialetto torna ad essere una lingua viva aiutando a riscoprire tradizioni e territori locali.Il teatro Don Pelle di San Giorgio di Albenga dal 2002 organizza questo Festival ogni anno sempre più partecipato.L’idea del Festival era nata nel 1999 a Chiavari durante un convegno dal tema: “Recitare in Liguria”.Anche noi, tramite “l’inchiostro fresco”, vorremmo contribuire a questa iniziativa portando qui a Novi Ligure, città piemontese ma ligure nei sentimenti e antica capitale dell’Oltregiogo genovese, l’idea di questo Festival facendo salire sul palco dei Venerdì di Luglio in Largo Valentina, gruppi musicali dialettali quali “Quei de Rsciugni” di Rossiglione, i “Cantò antra curte” di Capriata d’Orba, i “Ghachi e Furbe” della Valle Stura.E spariamo di arricchire il panorama anche ad altri gruppi magari della Valle Scrivia e della Val Trebbia, per dare un panorama completo della musica dialettale locale.In questo senso, ormai da dodici anni, organizziamo ad agosto a Basaluzzo (Al), insieme alla Di.A.Psi di Novi Ligure, serate dedicati a Fabrizio de André con il gruppo musicale de “Le Quattro Chitarre”Una mano, sul piano storico e culturale, in questa nostra impresa che vorremmo intraprendere ce la potrebbe senz’altro dare l’Ing. Franco Bampi presidente dell’Associazione di cultura genovese,“A Compagna”, d anni impegnato nella difesa della cultura locale.Ma eccovi nel video una performance dei “Gnachi e Furbe” sul palco del Festival di Albenga e a queto gruppo i complimenti dalla redazione!!!!! Gian Battista Cassulo

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Sabato 16 marzo 2019
UN ANELLO MAGICO

UN ANELLO MAGICO

UNA ESCURSIONE IN VAL GARGASSA

Ecco a due passi da casa, nel cuore dell’Oltregiogo, un salto nella natura selvaggia a nemmeno un’ora di macchina da Novi Ligure e da dieci minuti da Rossiglione.

A tutti una buona visione da due allegri scarpinatori: Gianni & Giusy!!!!!

La nuova vita del Cotonificio

La nuova vita del Cotonificio

Il 18 gennaio siamo andati a visitare le aziende presenti all’interno della struttura dell’ex Cotonificio Ligure di Rossiglione, aziende che, con coraggio e determinazione stanno facendo rivivere una struttura che è stata simbolo di vita e ricchezza per la Valle Stura per più di cento anni!

Ecco il video