Ai lettori de “l’inchiostro fresco”

Con mercoledì 29 maggio 2019 iniziano le trasmissioni in rete de “l’inchiostro fresco“.

Durante la Campagna elettorale del 26 maggio 2019, dove abbiamo sentito quasi tutti i candidati in corsa nei vari comuni dell’Oltregiogo, ci siamo infatti resi conto, anche se già lo sapevamo, della potenza del web, ovvero della sua forza “pervasiva”.

Le varie interviste ai candidati e le Tribune elettorali che abbiamo organizzato hanno infatti ottenuto un’audience incredibile.

Ormai, anche se spiace dirlo per chi come il sottoscritto è abituato a leggere su “carta stampata“, il web, la rete, la fa da padrone.

Ma sul web si rischia alla lunga di perdere le cose e poi c’è sempre il pericolo della polemica o della scarsa riflessione, del “dire tanto per dire”.

Riflessione che invece è richiesta, anche se a volte non rispettata, a chi scrive sulla carta stampata.

Ed è proprio per questi motivi, per la trasmissione della memoria collettiva e come elemento di riflessione, che noi, sia pure riducendo la tiratura, continueremo a mantenere in vita anche l’edizione cartacea de “l’inchiostro fresco“, cercandola anzi di renderla sempre più gradevole alla lettura.

Insomma non rinunceremo a vedere ancora uscire le copie ancora fresche d’inchiostro dalle rotative e leggere, come se già non ne conoscessimo i contenuti, la prima pagina del giornale e sentirla viva e diversa da quando ancora era in bozza.

È un piacere unico che conosce solo chi è stato abituato ad andare in tipografia a ritirare le copie  appena “sfornate” del giornale e dire al proto (ndr.: capo tecnico della tipografia che cura l’impaginazione): “Bella è questa pagina!!!” e poi andare insieme a prendere un buon caffè.

Gian Battista Battista Cassulo

FILMATI E FOTO ALLEGATE:

Nel primo filmato la prima prova dell’edizione in streeming de “l’inchiostro fresco”

Nel secondo filmato il ritiro delle copie cartacee dalla tipografia Sarnub di Cavaglià

Nelle foto: Foto 1– Il San Biagio Stampa di Genova Bolzaneto dove originariamente si stampava l’Inchiostro fresco. Foto 2 – Il Proto del San Biagio Stampa, sig. Bottazzi. Foto 3 – Il furgone de “L’inchiostro fresco”. Foto 4 – La prima copia del giornale appena sfornata. Foto 5 – La Tipografia Sarnub di Cavaglià (Bl) dove attualmente si stampa “l’inchiostro fresco”. Foto 6 – L’arrivo del furgone con i giornali. Foto 7 – Lo scarico dei giornali (solo quelli delle Valle Scrivia – gli altri sono già stati consegnati). Foto 8Umberto Cecchetto controlla i documenti di viaggio. Foto 9 – Un momento dell’impaginazione. Foto 10 – Le tipografie e le redazioni del futuro.

PROVA DI TRASMISSIONE IN DIRETTA

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Mercoledì 29 maggio 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.