LA FRANA SUL CASELLO DI MASONE

Oggi chiamati dalla gente del posto, ci siamo recati a Masone per vedere e documentare l’ultima di una lunga serie di frane che sta mettendo in ginocchio questa valle, oggi a rischio di isolamento.

Eppure la Valle Stura è bella, ricca di tre grossi centri abitati, Masone, Campo Ligure e Rossiglione, ed è la porta verso l’ovadese e, attraverso la Val Gargassa, verso l’alta valle dell’Orba.

Uno snodo strategico dunque, percorso dalla A26, l’Autostrada dei Trafori, e dalla linea ferroviaria “Genova – Ovada – Alessandria”, il vero Terzo Valico, dopo la “Torino – Genova” e la “Succursale dei Giovi” per il sistema portuale ligure!!!!

Uno snodo però abbandonato dalle Istituzioni, con un territorio idrogeologicamente compromesso.

Di tutto questo noi come giornale ce ne occuperemo organizzando un convegno sul disseto idrogeologico che il nostro corrispondente per la Valle Stura, Luca Serlenga, nella sua qualità di geologo aveva già iniziato a predisporlo, ma l’emergenza sanitaria ancora in corso ne ha interrotto l’iter.

Appena possibile, lo riprenderemo perché, come queste immagini testimoniano, è un tema all’ordine del giorno.

Gian Battista Cassulo

LA FRANA SUL CASELLO DI MASONEOggi chiamati dalla gente del posto, ci siamo recati a Masone per vedere e documentare l’ultima di una lunga serie di frane che sta mettendo in ginocchio questa valle, oggi a rischio di isolamento.Eppure la Valle Stura è bella, ricca di tre grossi centri abitati, Masone, Campo Ligure e Rossiglione, ed è la porta verso l’ovadese e, attraverso la Val Gargassa, verso l’alta valle dell’Orba.Uno snodo strategico dunque, percorso dalla A26, l’Autostrada dei Trafori, e dalla linea ferroviaria “Genova – Ovada – Alessandria”, il vero Terzo Valico, dopo la “Torino – Genova” e la “Succursale dei Giovi” per il sistema portuale ligure!!!! Uno snodo però abbandonato dalle Istituzioni, con un territorio idrogeologicamente compromesso.Di tutto questo noi come giornale ce ne occuperemo organizzando un convegno sul disseto idrogeologico che il nostro corrispondente per la Valle Stura, Luca Serlenga, nella sua qualità di geologo aveva già iniziato a predisporlo, ma l’emergenza sanitaria ancora in corso ne ha interrotto l’iter.Appena possibile, lo riprenderemo perché, come queste immagini testimoniano, è un tema all’ordine del giorno.Gian Battista Cassulo

Pubblicato da Gian Battista Cassulo su Mercoledì 10 giugno 2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.