FIGLIO DEGENERE INTERVENGONO I CARABINIERI DI CASSINE (Al)

La crudeltà spesso non ha limiti

Dopo accurati accertamenti, i Carabinieri di Cassine (Al) hanno deferito in stato di libertà un 53enne che sottoponeva l’anziana madre a vessazioni psicologiche e minacce.

Il figlio infatti richiedeva alla madre, pensionata, continue richieste di denaro per l’acquisto di sostanze stupefacenti in quanto tossicodipendente.

Quando la madre tentava di opporsi alle richieste il figlio, questi scatenava la sua rabbia, danneggiando gli arredi, gli effetti personali e gli attrezzi agricoli presenti nell’immobile di proprietà della donna, incutendo timore alla donna che alla fine cedeva alle richieste.

Ultimamente però la donna non ha retto a questa situazione e ha sporto denuncia e così i Carabinieri, dopo avere verificato lo stato delle cose, sono intervenuti e hanno messo fine a questo tormento, bloccando il figlio che già aveva pregiudizi di polizia.

Altro intervento dei Carabinieri è stato ad Ovada, dove i militari della locale stazione hanno sottoposto un ecuadoregno 22enne alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Il giovane, già sottoposto all’obbligo di dimora, è stato ritenuto responsabile di ripetute violazioni della misura in atto, come accertato in occasione dei controlli effettuati; per questo il Tribunale di Genova ha deciso l’aggravamento

Gian Battista Cassulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.