NON C’È PACE PER IL GNOCCHETTO

I Carabinieri di Ovada hanno deferito in stato di libertà per danneggiamento aggravato tre persone di 55, 57 e 23 anni che, su segnalazione di un ingegnere della Provincia di Alessandria, sono stati sorpresi a forzare il blocco stradale di Gnocchetto

La località Gnocchetto non è solo una frazione che dista molti chilometri dal suo capoluogo che è Ovada ma è anche lo snodo principale sull’ex Strada Statale del Turchino che congiunge Piemonte e Liguria.

Per questa particolare posizione geografica gli abitanti di Gnocchetto si sentono abbandonati dal loro comune di appartenenza, come dimostrano alcune lettere giunte qui in redazione e da noi già pubblicate, e nel contempo soffrono per una viabilità molto sostenuta proprio per via di questa interconnessione tra le due regioni.

A tutto ciò ultimamente si sono aggiunti alcuni movimenti franosi che praticamente per lungo tempo hanno di fatto isolato Gnocchetto da Ovada e tali movimenti franosi, anche se la strada è stata riaperta, permangono ancora molto pericolosi, tanto è vero che in questi giorni sono riapparse le sbarre per impedirvi il transito.

A questo disagio si aggiunge anche il fatto che, come è accaduto l’estate scorsa, in caso di chiusura (o incidenti) della A/26, i mezzi pesanti si riversano sull’ex Strada Statale del Turchino che non è certo adatta per tale tipo di traffico con il risultato di creare ingorghi e situazioni di pericolo.

In ultimo, con le nuove disposizioni per il Covid-19, gli abitanti di Gnocchetto non possono andare nella vicina Rossiglione (Ge) perché tale centro abitato è già in Liguria, restando di fatto bloccati a Gnocchetto, perché la strada verso Ovada (Al), già per lungo tempo chiusa per via delle frane, è ora nuovamente bloccata.

Ciò porta all’esasperazione gli abitanti di Gnocchetto e chi per lavoro deve andare da Ovada in Valle Stura e viceversa.

Proprio oggi (5 dicembre 2020) ci giunge in redazione notizia che i Carabinieri di Ovada hanno deferito in stato di libertà per danneggiamento aggravato tre persone di 55, 57 e 23 anni che, su segnalazione di un ingegnere della Provincia di Alessandria, sono stati sorpresi a forzare il blocco stradale di Gnocchetto.

Le sbarre, poste a interruzione della strada, erano già state oggetto di condotte illecite da parte di ignoti, come a giugno, quando ne fu divelta una nel corso di una precedente allerta metereologica.

Nell’occasione, fu necessario l’intervento delle forze dell’ordine, addirittura poste a presidio del blocco stradale.

La situazione non è bella e sarebbe auspicabile che finalmente questo tratto di strada così importante sia per la vita della Valle Stura, come importante sfogo commerciale per l’ovadese, venga finalmente non solo ripristinato ma messi in sicurezza.

Gian Battista Cassulo

Nota: il filmato qui sotto riprodotto, visibile cliccando sul link, si riferisce ad un sopralluogo che facemmo in zona in seguito agli eventi alluvionali dell’ottobre 2019 che crearono la frana tuttora in essere

https://www.facebook.com/linchiostrofresco/videos/3047356672030913

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.