ARROTONDAVA LO STIPENDIO

Novi Ligure – Arresto in flagranza di un marocchino per detenzione di sostanze stupefacenti al fine spaccio

Pur avendo un regolare lavoro presso una ditta di Novi Ligure, un giovane originario del Marocco abitante a Gavi, per arrotondare lo stipendio si dedicava allo spaccio di stupefacenti. I Carabinieri di Gavi, di concerto con i colleghi di Novi, già da tempo erano comunque sulle sue tracce, perché allertati da precise segnalazioni in ordine a tale attività di spaccio e così l’altro ieri hanno fatto scattare la trappola.

Dopo avere aspettato che il marocchino uscisse da casa in auto per andare al lavoro, i Carabinieri lo hanno brevemente pedinato e quindi bloccato, perquisendo l’auto e subito dopo lo hanno ricondotto a casa.

Lì, all’interno di una pentola in cucina è stata rinvenuta una busta con circa 52 grammi di cocaina e un bilancino, all’interno del forno invece era stato nascosto un piatto con della cocaina in polvere e una banconota da dieci euro arrotolata, usata per l’inalazione, inoltre, all’interno di un armadio della camera da letto sono stati trovati 6.000 euro in contanti.

Al termine di questa perquisizione preventivamente autorizzata dall’autorità giudiziaria, l’uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Alessandria su disposizione della Procura della Repubblica, per la convalida dell’arresto, mentre le indagini proseguiranno per ricostruire i canali di approvvigionamento e identificare la rete di clienti

La redazione

Nella foto di copertina, l’ingresso del Comando della Compagnia dei Carabinieri di Novi Ligure. Nelle altre foto il materiale sequestrato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.