GNOCCHETTO: DI FRANA IN FRANA

La scorsa settimana, il 6 ottobre 2021, ci siamo recati in Valle Stura per visionare la situazione dopo gli eventi climatici che ad inizio mese hanno imperversato in zona, portando Rossiglione agli “onori della cronaca” per il record (negativo) di pioggia caduta sul suo territorio

Andando da Ovada verso Rossiglione ci siamo resi conto che l’ex SS del Turchino, nel tratto “Ovada – Gnocchetto“, ora passato alla competenza dell’ANAS, le cose stanno veramente male. Non vi è infatti solo il dramma dell’imponente frana di Gnocchetto, sulla quale sono in essere gli opportuni interventi, a creare allarme e preoccupazione, ma anche tutta una serie di altri piccoli (per ora) smottamenti che non fanno presagire nulla di buono. E poi in località Chichinin, in territorio ovadese, il fronte franoso sullo Stura continua pericolosamente a restringere il letto del torrente che proprio lì si fa impetuoso, con seri rischi di allagamenti, tanto che noi, in termini goliardici, abbiamo definito quella zona come quella del “Lago Chichinin“.

Ma ecco in questo filmato cosa abbiamo rilevato lo scorso 6 ottobre 2021

Gian Battista Cassulo

GNOCCHETTO: QUANDO LE STRADE DIVENTANO TRAPPOLE

Da alcuni residenti della frazione di Gnocchetto (Ovada) riceviamo e pubblichiamo questa nota relativa a quanto accaduto sull’ex SS del Turchino nell’ultimo week end

Spett.le redazione de “l’inchiostro fresco”

“Venerdì 17 ottobre 2021, così come domenica scorsa, la frazione Gnocchetto di Ovada (Al) ha vissuto un nuovo delirio.

Questa la cronaca della giornata:

  • Alle ore 19 la strada 456 del Turchino viene chiusa con gli appositi cancelli. Tutto ciò è segnalato con cartelli totalmente inadeguati.
  • Così, dopo le 19, da entrambe le direzioni, giungono decine e decine di auto, soprattutto automobilisti provenienti da Liguria, Piemonte e Lombardia.
  • Rimangono incolonnati ad aspettare l’apertura della strada. Al buio, forse non notano la presenza dei cancelli chiusi.
  • Vengono anche ingannati dal grande semaforo sempre rosso, posizionato presso il cantiere. Aspettano inutilmente che diventi verde

Possibile che ad Ovada (Al) e a Rossiglione (Ge) non ci sia un sindaco o un misero operaio che si renda conto che questa situazione va segnalata meglio? Possibile che nemmeno l’Anas capisca tutto ciò?.

Sono quasi due anni che subiamo continui disagi e ne abbiamo le tasche piene. Era stato chiesto al sindaco di Ovada di informarsi per il passaggio dei mezzi di soccorso, o delle forze dell’ordine, in orario notturno, quando la strada è chiusa. Dal sindaco nessuna risposta.

Anche l’opposizione di centro-destra ha deciso di lavarsene le mani. Eppure si trattava di un problema importante, questione di vita o di morte.

Signori di Ovada, cedete questa frazione al Comune di Belforte, fate il piacere!

Un gruppo di abitanti di frazione Gnocchetto

Con riferimento a quanto sopra si fa presente che Katia Piccardo, sindaca di Rossiglione, ha divulgato quanto segue:

“Congestione traffico sulla SS456 del Turchino

A seguito della scorsa domenica di paralisi per la circolazione valligiana, siamo stati ascoltati da Anas Torino e dalla Polizia stradale: la viabilità in località Gnocchetto è rimasta aperta con presidio di movieri che sarà garantito fino a cessata esigenza. Stasera il Sindaco ha ricevuto questa duplice rassicurazione (nelle persone dell’Ing. Gemelli per Anas Torino e Dott. Matera per Polstrada) che si è tradotta nei fatti. Un ringraziamento al Comandante Cagnolo della Polizia locale unionale ancora operativo al presidio della rotonda di Masone. Auspichiamo la comunicazione tra i vettori ANAS ed ASPI, come da noi sollecitato, migliori ulteriormente in previsione del prossimo weekend”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.