MONOPATTINI ELETTRICI – LE NUOVE REGOLE

Dopo la pausa natalizia ritorna la rubrica giuridica “Dalla vostra parte” curata dall’Avv. Fabiana Rovegno che, come suo primo articolo del 2022, affronta un tema che già da tempo sta tenendo banco, ma che nel prossimo futuro continuerà a rimanere sempre più di attualità: la questione dei monopattini e della loro regolamentazione. Sempre più diffusi questi mezzi alternativi di mobilità urbana, hanno visto già numerosi incidenti alcuni anche mortali e suscitato polemiche coni relativi pro e contro. Nel far west del loro esordio ecco ora apparire una normativa che nel disciplina l’uso.

Di tutto questo si è parlato in una “tavola rotonda” svoltasi, nel pieno rispetto delle norme anti Covid, sabato 9 gennaio 2022 in redazione e i punti salienti li illustra qui di seguito nella sua rubrica, l’avv. Fabiana Rovegno.

LA NUOVA NORMATIVA IN MATERIA DI MONOPATTINI

Sulle nostre strade non è insolito vedere sfrecciare monopattini elettrici. Considerati da alcuni un mezzo alternativo alla bicicletta e da altri un rischio per la sicurezza, il loro utilizzo impone il dovere di conoscere le principali regole che ne governano la circolazione

La disciplina e l’ultima riforma

Già disciplinati nel 2019, ulteriori novità sono state introdotte nel 2020 e alla fine del 2021.  Le ultime disposizioni sono state adottate con il decreto infrastruttureconvertito in legge. Vediamo in sintesi le disposizioni più importanti. Intendo offrire una brevissima analisi senza alcuna pretesa di esaustività, in quanto le norme sono facilmente soggette a continua evoluzione.

Chi può condurre il monopattino elettrico?

Il limite minimo anagrafico è il compimento del 14° anno d’età e i conducenti minorenni devono indossare il casco. Non è previsto alcun titolo di guida abilitativo e per i monopattini elettrici ad uso privato, almeno per il momento, non è obbligatoria la copertura assicurativa.

Quali sono i requisiti dei monopattini elettrici?

Non devono essere dotati di posti a sedere. Devono avere un motore elettrico di potenza nominale continua non superiore a 0,50 kW. Devono essere muniti di: segnalatore acustico, regolatore di velocità, marcatura CE. Dal 1° luglio 2022 dovranno essere dotati di indicatori luminosi di svolta e di freno su entrambe le ruote e per i monopattini già in circolazione a quella data è fatto obbligo di adeguarsi entro il 1° gennaio 2024.

E dopo il tramonto?

Da mezz’ora dopo il tramonto, durante tutta la notte e di giorno, qualora le condizioni di visibilità lo richiedano, devono essere accese e ben funzionanti luce bianca o gialla fissa anteriormente e luce rossa fissa posteriormente.

I monopattini devono essere dotati posteriormente di catadiottri rossi.

Nelle predette condizioni occorre inoltre circolare indossando il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità.

Dove possono circolare?

La legge prevede che possono circolare: su strade urbane con limite di velocità di 50 km/h, nelle aree pedonali, su percorsi pedonali e ciclabili, su strade a priorità ciclabile, su piste ciclabili in sede propria e su corsia riservata ovvero dovunque sia consentita la circolazione dei velocipedi. È vietata la circolazione e la sosta sui marciapiedi.

Quali sono i limiti di velocità?

6 Km/h nelle aree pedonali e 20 km/h negli altri casi (è stato quindi abbassato rispetto al precedente limite di 25 km/h).

Ancora attesa sull’obbligo assicurativo

Ad oggi “grande assente” tra le disposizioni normative è l’introduzione dell’obbligo di copertura assicurativa per i monopattini elettrici ad uso privato, tanto attesa anche rispetto all’ultima riforma. L’ultimo decreto ha previsto un’istruttoria ministeriale volta a verificare la necessità dell’introduzione dell’obbligo di assicurazione sulla responsabilità civile per i danni a terzi derivanti dalla circolazione dei monopattini elettrici. È invece già vigente l’obbligo di copertura assicurativa per lo svolgimento del servizio di noleggio di tali mezzi.

Avv. Fabiana Rovegno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.