LA STRADA DEL TURCHINO È NUOVAMENTE CHIUSA

Belìn, ma qualcuno ce l’ha veramente con quelli di Ovada e della Valle Stura

Questo ci verrebbe da dire, vedendo quanto sta succedendo da quelle parti. Prima i piloni della A/26, i cosiddetti “giganti dai piedi di argilla” con tutti i ferri scoperti e arrugginiti, poi le alluvioni, poi la frana sullo Stura e la formazione del “Lago Chichinin”, poi la frana del Gnocchetto, poi le interruzioni e disservizi sulla ferrovia “Genova – Ovada – Acqui” e ora la frana del muro alla rotonda di Belforte.

L’unica cosa che ci consola è che da quelle parti ha comandato da dopo la guerra ininterrottamente un solo partito e che quindi per lo meno non assisteremo al solito balletto delle responsabilità del tipo: “Ma la colpa è di quelli di prima!”.

Allego una bella vignetta che ho rubato dal profilo Facebook di Giulia Badano e che vale più di un articolo di Indro Montanelli!!!!

Agli amici ovadesi e della Valle Stura un abbraccio da GB Cassulo

Nella foto di copertina, realizzata da Giulia Badano, Ollio e Stanlio mentre stanno aspettando il passaggio della “Milano – Sanremo”….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.