Anche dagli albergatori e ristoratori della Val Borbera un aiuto concreto alla popolazione ucraina

L’Associazione Albergatori e Ristoratori Val Borbera e Valle Spinti, come tante altre bellissime realtà italiane ed europee, si è mobilitata per donare beni di prima necessità alla popolazione ucraina coinvolta nel conflitto.

Abbiamo raggiunto telefonicamente, in rappresentanza di tutta la vallata, il Presidente dell’Associazione Albergatori e Ristoratori Val Borbera e Valli Spinti, sig. Negruzzo Michele, per chiedergli se vi fossero in atto iniziative nella zona volte a portare un aiuto alla popolazione civile vittima della guerra.

“Noi ci siamo mossi in maniera completamente autonoma prendendo prima di tutto accordi con l’Iper di Serravalle, che ringraziamo, spiegando loro quello che avremmo voluto fare ed il budget che avremmo avuto a nostra disposizione” ci spiega il signor Negruzzo.

“Abbiamo inoltre spiegato loro che se si fosse trovato un accordo sul prezzo avremmo potuto acquistare molti più prodotti da donare al popolo ucraino e così, avendo capito e appoggiato la nostra iniziativa, ci sono venuti incontro molto volentieri” prosegue il signor Negruzzo.

“Una volta acquistato tutto ciò che avevamo in mente abbiamo portato il materiale presso un punto di raccolta sito a Borghetto Borbera, dove si provvederà alla gestione degli scatoloni diretti in Ucraina grazie al fondamentale apporto di tutti i volontari, in collaborazione con lo stesso Comune di Borghetto Borbera, in primis con il Sindaco nonché Presidente della Provincia di Alessandria Enrico Bussalino, con il Gruppo Comunale della Protezione Civile e con Don Fulvio, Cappellano dell’Ordine di Malta e Tesoriere del Banco Alimentare della Provincia di Alessandria“.

Una piccola goccia nel mare per cercare di dare un aiuto a chi sta peggio di noi.

Samantha Brussolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.