“SPERANZE D’ITALIA” – CECILIA BERGAGLIO INTERVISTA ERNESTO GALLI DELLA LOGGIA

Oggi sabato 30 marzo 2019 nel salone di rappresentanza del Comune di Novi Ligure, l’Assessore alla cultura, Cecilia Bergaglio, sta presentando il libro di Ernesto Galli della Loggia, “Speranze d’Italia“.

Di fronte ad un folto gruppo, Ernesto Galli della Loggia illustra il suo ultimo lavoro argomentandolo da un punto di vista prettamente storico.

La nostra storia – dice infatti l’autore – che fino a non molto tempo fa avevamo il diritto di considerare tutto sommato felice, sembra per mille segni essere giunta invece a un presente (che ormai dura da anni) carico di incognite e di presagi che, sempre di più, felici non appaiono per nulla… Ci serve un’altra storia per tornare ad abitare il futuro“.

Questo è anche ciò che ha scritto l’autore nella sua autobiografia ed è quello che ora sta sottolineando all’uditorio facendo emergere le contraddizioni del nostro Paese che si sta “portando dietro dall’inizio da quella vera e propria cellula staminale che fu il Risorgimento“.

Non a caso l’autore ha titolato il suo libro “copiandolo” da quello di un altro autore, Cesare Balbo, che agli albori del Risorgimento, nel 1844 diede alle stampe, stimolato dalle idee di Vincenzo Gioberti, un volume dal titolo appunto “Le speranze dell’Italia“, nelle cui pagine si anelava un’Italia unita creata, non già con le guerre, ma con la mediazione dei vari principi che dovevano appoggiare un solo sovrano a regnare.

Fiducia nel governo e credere nel valore della mediazione, dunque. Ovvero fiducia nelle Istituzioni e nei meccanismi che le regolano, si potrebbe pertanto dire traducendo in chiave moderna quel pensiero, anche se oggi l’Italia è confusa e sbandata.

E proprio di questo si sta ora parlando, mentre scrivo queste note a Palazzo comunale.

Sul prossimo numero, a firma della nostra Marta calcagno che è presente in sala, riporteremo un ampio servizio, per ora vi proponiamo queta anticipazione.

Gian Battista Cassulo

Speranze d'Italia – Cecilia Bergaglio intervista Ernesto Galli della Loggia

“SPERANZE D'ITALIA” – CECILIA BERGAGLIO INTERVISTA ERNESTO GALLI DELLA LOGGIAOggi sabato 30 marzo 2019 nel salone di rappresentanza del Comune di Novi Ligure, l'Assessore alla cultura, Cecilia Bergaglio, sta presentando il libro di Ernesto Galli della Loggia, "Speranze d'Italia".Di fronte ad un folto gruppo, Ernesto Galli della Loggia illustra il suo ultimo lavoro argomentandolo da un punto di vista prettamente storico."La nostra storia – dice infatti l’autore – che fino a non molto tempo fa avevamo il diritto di considerare tutto sommato felice, sembra per mille segni essere giunta invece a un presente (che ormai dura da anni) carico di incognite e di presagi che, sempre di più, felici non appaiono per nulla… Ci serve un’altra storia per tornare ad abitare il futuro".Questo è anche ciò che ha scritto l'autore nella sua autobiografia ed è quello che ora sta sottolineando all'uditorio facendo emergere le contraddizioni del nostro Paese che si sta "portando dietro dall'inizio da quella vera e propria cellula staminale che fu il Risorgimento".Non a caso l'autore ha titolato il suo libro "copiandolo" da quello di un altro autore, Cesare Balbo, che agli albori del Risorgimento, nel 1844 diede alle stampe, stimolato dalle idee di Vincenzo Gioberti, un volume dal titolo appunto "Le speranze dell'Italia", nelle cui pagine si anelava un'Italia unita creata, non già con le guerre, ma con la mediazione dei vari principi che dovevano appoggiare un solo sovrano a regnare.Fiducia nel governo e credere nel valore della mediazione, dunque. Ovvero fiducia nelle Istituzioni e nei meccanismi che le regolano, si potrebbe pertanto dire traducendo in chiave moderna quel pensiero, anche se oggi l’Italia è confusa e sbandata.E proprio di questo si sta ora parlando, mentre scrivo queste note a Palazzo comunale.Sul prossimo numero, a firma della nostra Marta calcagno che è presente in sala, riporteremo un ampio servizio, per ora vi proponiamo queta anticipazione.Gian Battista Cassulo

Pubblicato da L'inchiostro fresco La voce di Rondinaria e dell'Oltregiogo su Sabato 30 marzo 2019

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.