Paros cuore e anima della Grecia

Spiaggia di Kolymbithres

Questo mese, per festegiare l’arrivo dell’estate, vogliamo portarvi al caldo, al sole e al mare. Allora quale luogo migliore di un Paese dove il cuore rimane lì tutto l’anno in letargo, per risvegliarsi magicamente tutte le estati: la Grecia. Partiamo per le isole Cicladi dove tutto è più bianco e azzurro, e precisamente per Paros, la terza isola per grandezza di questo favoloso arcipelago. Per arrivare in questo luogo magico bisogna atterrare sull’isola di Mykonos e con circa 40 minuti di traghetto si lascia alle spalle la confusione dell’isola mondana per eccellenza per arrivare in una Grecia più a misura d’uomo e più genuina. Già dal traghetto,  all’arrivo si scorge il capoluogo dell’isola , Parikia, con il suo lungomare con le taverne e i localini bianchi e blu dove ad attendervi vi saranno gli immancabili “padroni” dell’isola,  i gatti.

Il gioiello dell’isola è sicuramente Naoussa, paesino tutto abbarbicato intorno al suo porticciolo, dove potrete ammirare le barchette dei pescatori e i tipici polpi stesi al sole.

Paros è un’isola per tutti, gli amanti del mare troveranno moltissime e bellissime spiagge di sabbia, di cui la più particolare è quella che vedete in foto: Kolymbithres, famosa per i suoi affioramenti rocciosi di granito che il mare e il vento ha scolpito come sculture; è un’isola anche per i giovani in quanto troveranno anche tanti locali notturni.

Per chi non può partire fisicamente ma vuole viaggiare con la mente può guardare il film “Immaturi” di Paolo Genovese.

Non vi resta che partire per raggiungere nuovamente il vostro cuore che vi ha aspettato là dove l’azzurro del mare e del cielo si fonde con il bianco delle case.

Naoussa
La spiaggia di Martselo
Cucina greca: Saganaki (formaggio greco fritto), alici marinate e insalata di tonno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.