LA VAL LEMME E LA VALLE SCRIVIA ACCOMUNATE DA UN UNICO DESTINO

La Val Lemme prima con le sue antiche Vie del Sale, e la Valle Scrivia, poi, con la sua appetibilità per il Regno di Sardegna che vedeva in Genova il porto naturale della sua capitale, Torino, sono sempre state interessate da interessi economici molto importanti.

Ma se prima questi interventi si realizzavano con tecniche che bene si adattavano all’ambiente, diventando anche vere e proprie opere d’arte, come ad esempio i ponti e i viadotti in muratura della storica linea ferroviaria “Torino – Genova”, oggi le moderne infrastrutture sono molto impattanti e l’ambiente ne esce compromesso.

Bisognerà nel prossimo futuro, sull’esempio di quanto negli anni dell’urbanizzazione e cementificazione selvaggia è successo, di trovare il giusto equilibrio tra le necessità del progresso e la tutela del mondo nel quale viviamo.

Oggi Valle Scrivia e Val Lemme stanno per essere interessate da un altro progetto: quello di un Parco eolico che interesserà i comuni di Voltaggio (Al) e Isola del Cantone (Ge) tra Pinceto e Popein.

A tale proposito vi presentiamo il seguente video che ci è stato inviata da un Comitato locale che si occupa della tutela ambientale di questi luoghi.

Gian Battista Cassulo

Nella foto di apertura una panoramica della frazione di Borlasca al tramonto scattata da Guido Molinari

One Reply to “LA VAL LEMME E LA VALLE SCRIVIA ACCOMUNATE DA UN UNICO DESTINO”

  1. Buonasera, bellissimo il filmato, ma purtroppo abbiamo sempre necessità di vedere in concreto i danni invece di prevenirli, oggi il TAV ha portato solo danni e devastazione, speriamo che il parco eolico rimanga una brutta fantasia perché non è possibile che chi vive in questi territori è lì amministra sia arrivato a pensare a ulteriori scempi
    ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.