DALL’HOSPICE DEL PICCOLO SAN BERNARDO AL COL DE FORCLAZ PASSANDO PER LA PARCIÈRE

Mercoledì 29 settembre 2021, approfittando delle ancora belle giornate che stanno regalando l’ultimo sole alla Val d’Aosta, siamo nuovamente saliti al passo del Piccolo San Bernardo (mt. 2.188) per una escursione sul versante francese

Già lunedì scorso eravamo stati al Lac sans fond (mt. 2.456) e lì avevamo visto una bella deviazione verso il Col de Forclaz (mt. 2.525), che ci sembrava un poggiolo sulla Francia e così oggi abbiamo deciso di andarci, anche se il cielo era tutto bello, ma solo sul Col giravano nuvole poco raccomandabili.

L’escursione, che prevedeva una tappa a 2.340 metri all’alpe de La Parcière, praticamente si è svolta tra le nuvole spinte in alto da un forte vento e in più è stata “ravvivata” da un incontro ravvicinato con un’aquila che ci è piombata addosso fermandosi a mezza altezza a non più di dieci metri sulle nostre teste, ma le urla della Giusy e la mia macchina fotografica con la quale l’ho puntata l’hanno fatta volare via.

Era maestosa e imponente, con il collo ravvivato da un piumaggio di diversi colori e ho visto i suoi occhi, ma quello che mi ha impressionato di più è stata l’apertura alare, era incredibile. Un’aquila bellissima e purtroppo nella concitazione del momento non sono riuscito a fotografarla a dovere!!!

Ma ecco il filmato di questa giornata!!!

Gian Battista Cassulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.