CARABINIERI IMPROVVISATI GEOMETRI SCOPRONO UNA STANZA SEGRETA

Arrestato dai Carabinieri un ricercato che si nascondeva in una stanza “bunker”

Presentava delle incongruenze quella villetta che i Carabinieri della Compagnia di Alessandria già da tempo tenevano d’occhio alla ricerca di un 32enne ricercato per un provvedimento di condanna per rapina, porto illegale di armi e favoreggiamento, emesso dal Tribunale di Cremona nel dicembre del 2021. Eppure del latitante non si trovava traccia, e allora i Carabinieri, piantina catastale alla mano, decidevano di ispezionare la villetta, locale per locale e arrivati al sottotetto notavano un’incongruenza tra l’effettiva metratura del locale e quella invece fruibile.

E così, come siamo soliti vedere nei film, aprendo un armadio i Carabinieri individuano un meccanismo per far ruotare una parete divisoria al di là della quale era celata una stanza bunker arredata di tutto punto per garantire una lunga e insospettata permanenza al ricercato che, colto di sorpresa, non ha opposto resistenza è stato accompagnato presso il carcere di Alessandria, dove dovrà scontare una pena residua di un anno e mezzo di reclusione.

Una brillante operazione che se da un lato ha messo in luce l’ingegnosità della malavita organizzata, dall’altra ha evidenziato la preparazione delle nostre Forze dell’Ordine.

La redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.