Frana sulla SS 35: si vede uno spiraglio di luce

Il tempo passa, il disagio resta. Ma questa volta forse ci sarà una svolta per quanto riguarda la spinosa questione della frana che blocca da mesi il tratto di strada statale 35 dei Giovi tra Ronco Scrivia e la sua frazione Borgo Fornari.

Una nota stampa dell’ANAS recita: “Tenuto conto del forte disagio alla viabilità, accogliendo le istanze del territorio, Anas ha progettato una nuova soluzione per anticipare la riapertura. Il nuovo progetto, sulla base di una relazione tecnica specifica del professor Giovanni Perillo dell’Università di Napoli, prevede un ulteriore investimento da 800.000 euro per la realizzazione di una struttura metallica provvisoria che garantisca le condizioni di sicurezza per la riapertura della tratta, a doppio senso di circolazione, entro fine luglio 2022”. Nota che da forte respiro ai cittadini ed imprese della zona colpite da questo disagio.

Durante l’ultimo tavolo tecnico svoltosi tra Regione Liguria, Anas, Anci, Confindustria, Comune di Ronco Scrivia e rappresentanti dei comitati dei cittadini, Anas ha reso noto anche di aver completato i lavori relativi alla messa in sicurezza del versante con pulizia del materiale instabile superficiale e la rimozione il materiale franato, mentre ha specificato che sono in corso le attività di rafforzamento corticale con la stesura di reti protettive. In quella sede è stata anche confermata la conclusione dei lavori prevista per febbraio 2023.

Il Comune di Ronco Scrivia, attraverso la sua pagina social, ha espresso soddisfazione per il nuovo corso della situazione e sottolinea la vicinanza delle istituzioni regionali specificando un incontro in remoto che avverrà il 27 Giugno con l’Assessore Regionale Giacomo Giamperone e un sopralluogo congiunto con il suddetto calendarizzato Giovedì 7 Luglio.

Fausto Cavo

Squadre di operai a lavoro nel cantiere della frana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.