Passa la Milano – Sanremo. Ma non da qui

Sabato 8 agosto si disputerà l’edizione più tribolata della storia ultra centennale della Milano Sanremo di ciclismo. Dopo il rinvio di marzo, causa restrizioni da coronavirus, ecco questa inedita collocazione estiva. Che però ha incontrato diversi problemi prima di essere approvata; e si presenta con un percorso in gran parte inedito, in cui solo gli ultimissimi km corrispondono a quelli delle scorse edizioni.

Infatti, la maggior parte dei comuni della provincia di Savona si è opposta al passaggio della corsa. Le ragioni: la concomitanza con le giornate di grande afflusso alle spiagge, la cattiva situazione dei collegamenti autostradali e sulle strade statali che già crea molti problemi al traffico, la necessità di evitare assembramenti, contro la trasmissione del virus. Forse, con un po’ più di buona volontà, questi problemi si potevano risolvere. Ma non si sono superati, così l’organizzazione ha dovuto cambiare completamente il percorso. Niente più Pavia, Voghera, Tortona, Novi, Ovada, valle Stura, Turchino, Voltri e riviera ligure, ma percorso attraverso Vigevano, la Lomellina, Valenza, Alessandria, Casalbagliano, Oviglio, Mombercelli, valle Belbo, Langhe, alta valle Tanaro, colle di Nava e discesa su Imperia dove reimmettersi nell’ultimo tratto di percorso con le salite di Cipressa e Poggio.

Anche l’orario sarà ritardato rispetto alle edizioni primaverili: partenza da Milano poco dopo le 11, passaggio in provincia di Alessandria intorno alle 13, arrivo previsto a Sanremo dopo le 18.

Altre difficoltà sono state frapposte dall’amministrazione comunale di Alessandria (unica tra le tante interessate in tutto il tratto lombardo-piemontese), con molte meno ragioni dei comuni rivieraschi: dapprima declinando il permesso di passaggio alla corsa; poi concedendolo ma relegandola a strade molto periferiche e negando ogni eventuale attività di manutenzione sulle strade stesse. Bisogna dirlo francamente: il Comune di Alessandria non ci ha fatto una bella figura in questa vicenda.

La Milano Sanremo non è solo una gara sportiva, è anche tradizione, cultura, partecipazione popolare; e una vetrina mondiale per le zone attraversate, essendo la corsa seguita da stampa e televisioni di tutto il mondo. Infatti, alcune delle località escluse hanno espresso un forte rammarico.

Già nei primi anni di questo secolo, in un pio di occasioni, si era saltato il Turchino a favore del Bric Berton. Ma non era mai successo che si evitassero le terre, fra l’altro, dei campionissimi Girardengo e Coppi. E’ un anno così.

Stefano Rivara

elenco degli iscritti con i numeri di gara:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.