IL BRASILE E LA CITTÀ DI TORTONA: UN RICORDO DATATO 28 APRILE 1945

Ieri, mercoledì 28 aprile 2021, in occasione del 76° anniversario della Liberazione, il Sindaco di Tortona, Federico Chiodi, e l’Amministrazione Comunale hanno ricevuto la visita dell’Addetto Militare della Ambasciata del Brasile, Colonnello André Luiz dos Santos Franco che ha consegnato al Comune di Tortona la Medaglia Tributo della Forza di Spedizione Brasiliana

La FEB entrò infatti per prima a Tortona, che era stata appena liberata dall’occupazione nazifascista, il 28 aprile 1945

La Força Expedicionária Brasileira (FEB) era una forza composta da circa 26 mila uomini, inquadrata nel IV Corpo d’Armata dell’esercito statunitense al comando del generale Willis D. Crittemberger e fu affiancata nella Campagna d’Italia dalla Força Aérea Brasileira. Il suo “battesimo del fuoco” sul suolo italiano avvenne nel settembre del 1944 nella valle del fiume Serchio nei pressi di Lucca. Il rigido inverno del 1944/45 colpì duramente i brasiliani impegnati in azioni offensive tra i monti dell’Appennino tosco/emiliano, ciò non tolse ai brasiliani di condurre un sanguinoso ma vittorioso attacco combattuto il 14 aprile 1945, casa per casa, nel paese di Montese, sull’appennino modenese. Rotta la linea Gotica il 23 aprile 1945, la FEB entrò vittoriosa a Sassuolo liberando la città. A Tortona giunse il 28 aprile 1945 e arrivò a Torino, a belligeranza ormai conclusa, il 2 maggio dello stesso anno accolta con tutti gli onori.

In totale i brasiliani lasciarono sul campo 450 soldati, 13 ufficiali e otto piloti. I feriti furono oltre 12 mila. I caduti brasiliani furono inizialmente tumulati a Pistoia in località san Rocco e poi trasferiti in Brasile nell’Aterro do Flamengo a sud di Rio de Janeiro, ma a Pistoia nel 1967 in località San Rocco fu eretto un Monumento votivo militare brasiliano e durante i lavori di scavo venne rinvenuto il corpo irriconoscibile di un ultimo soldato brasiliano e così si decise di tumularlo in quel monumento come Milite ignoto.

Il Brasile era entrato in guerra il 22 agosto 1942 dopo una serie di affondamenti di mercantili brasiliani ad opera dei sommergibili tedeschi che miravano ad impedire i rifornimenti all’Inghilterra.

La Medaglia Tributo consegnata ieri dall’Addetto militare brasiliano al Sindaco, è un importante riconoscimento per la conservazione e diffusione della memoria storica dell’impegno del Brasile durante la Seconda Guerra Mondiale.

Oltre al Sindaco, Federico Chiodi, erano presenti il Presidente del Consiglio Comunale, Giovanni Ferrari Cuniolo, il Vicesindaco, Fabio Morreale, gli Assessori Marzia Damiani e Luigi Bonetti, il Ten. Coll. Marco Favarin (comandante Gruppo Guardia di Finanza di Tortona); Cap. Domenico Lavigna (comandante Compagnia Carabinieri); Com.te Orazio Di Stefano (Polizia Locale di Tortona).

Dott. Andrea Rovelli – Ufficio Stampa Comune di Tortona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.