AL “BARLETTI” DI OVADA UNA PROTESTA STUDENTESCA PER LE AULE SENZA RISCALDAMENTO

Una mattinata di protesta al “Barletti” di Ovada (Al) quella di ieri, martedì 19 ottobre, da parte di un centinaio di studenti dei corsi di Meccanica, Agraria e Amministrazione Finanza e Marketing

Circa un centinaio di studenti si sono raccolti davanti alla scuola per lamentare le temperature troppo fredde delle aule in cui si tengono le lezioni. “La nostra è una protesta pacifica – spiega uno studente – poiché non vogliamo fare lezione al freddo, con il rischio di ammalarci, tanto più che non sappiamo quanto tempo ci vorrà per aggiustare l’impianto di riscaldamento, che a quanto pare è stato danneggiato dalla scorsa alluvione e non si sa con certezza quando sarà ripristinato”.

La nostra scuola – aggiunge un altro giovane studente – rispetta le norme di sicurezza anticovid che prevedono una costante areazione delle aule, quindi una finestra resta sempre aperta durante le ore di lezione. Se non si accenderanno i termosifoni, la temperatura scenderà troppo e rischieremo di ammalarci”.

Per gli alunni presenti in classe le lezioni si sono svolte regolarmente. Gli scioperanti restano in attesa di nuove disposizioni dalla Dirigenza.

Fausto Cavo

Nota: le foto a corredo dell’articolo sono di repertorio tratte dal nostro archivio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.