INCONTRO CON L’AUTRICE: MAIA

Per Inchiostro Fresco abbiamo già recensito “L’amore sta bene su tutto”, l’ultimo lavoro di Maia, insegnante e scrittrice di Novi Ligure. L’amore sta bene su tutto è una storia d’amore leggera e romantica, caratterizzata da una scrittura di ottima qualità e che non disdegna qualche incursione in temi sociali e di attualità

Nell’ottica di valorizzazione degli autori e dei talenti del territorio, abbiamo incontrato l’autrice per conoscere meglio il suo lavoro e per avere da lei qualche consiglio su chi vuole avvicinarsi al mondo della scrittura. Ecco qui di seguito il contenuto della nostra intervista
Puoi presentarti brevemente ai nostri lettori?

Sono nata in provincia di Alessandria ed è qui che ho trascorso tutta la mia vita: prima come studentessa e ora come insegnante di scuola primaria. Ho iniziato a cimentarmi nella scrittura sfruttando la piattaforma online Wattpad, che permette di pubblicare romanzi e racconti a puntate e di essere letti da un numero sempre maggiore di lettori, per lo più molto giovani.

Successivamente ho incominciato la mia avventura nel mondo del self publishing su Amazon e ora sono alla mia quarta pubblicazione. I libri già pubblicati oltre a “L’amore sta bene su tutto” sono: Top secret. A love story 201, Top Secret. A love song 2020, La trilogia di Unfaithful 2020

Per alcuni anni hai portato avanti anche il blog “Teacher Maia” ci puoi raccontare qualcosa di quell’esperienza?

L’insegnamento è il mio primo lavoro e lo porto avanti in parallelo alla scrittura e con la stessa passione.

Ho mosso i primi passi nel mondo della scuola come insegnante di sostegno e mi sono subito resa conto dei limiti di molti testi scolastici nell’approccio con alcuni tipi di disabilità, in particolar modo con l’autismo. Nel mio lavoro ho sempre preferito creare schede didattiche di mio pugno, di modo da calibrarle sulle difficoltà dei miei bambini. Con il passare del tempo ho pensato di condividere il materiale creato e così ho aperto il blog Teacher Maia, dove carico materiale, consigli ed esperienze che possono aiutare altri insegnanti nel lavoro quotidiano con la classe.

Da dove nasce il nome “Teacher Maia”?

Il nome Teacher Maia non è casuale, ma ha un forte valore affettivo: nasce dalla mia prima supplenza in assoluto, svolta a Casale Monferrato su una cattedra di lingua inglese; Teacher Maia era il modo in cui i miei primi alunni mi chiamavano.

Anche se ormai non sono più attiva sul blog a causa di altri impegni, ci sono moltissimi insegnanti che tutti i giorni mi chiedono di poter scaricare le mie schede, che sono sempre disponibili. Per me è una grande soddisfazione.

Da dove nasce la tua passione per la scrittura?

La mia passione non ha un luogo o una data di nascita. In uno stato embrionale ha sempre fatto parte di me, ma solo dopo l’università ho iniziato a scrivere per davvero. In principio scrivevo soprattutto romanzi fantasy o paranormal, in seguito ho virato verso il mondo del romance. Qualche anno più tardi ho scoperto l’esistenza di Wattpad, una piattaforma online che permette di pubblicare i propri romanzi a puntate e di farli leggere in maniera totalmente gratuita a un pubblico sempre in aumento. Ed è qui che ho iniziato a raccogliere il mio primo pubblico di lettori.

Ora da qualche anno sono passata al self publishing su Amazon.

I tuoi libri sono quindi sono autoprodotti. Vedi ancora delle possibilità nel campo dell’editoria tradizionale?

La piattaforma Amazon Kindle direct publishing permette agli autori di caricare i propri romanzi, in formato cartaceo e digitale, impaginati e con copertina, e di venderli sullo store Kindle.

È un mondo molto diverso rispetto all’editoria tradizionale: io devo gestire le spese per editing, correzione di bozze, impaginazione e realizzazione delle copertine, che affido sempre a professionisti per ottenere un prodotto di qualità. Inoltre, c’è tutto il lavoro di autopromozione sui canali social e con i blog, anche questo completamente sulle spalle dell’autore.

Ma il self publishing regala una libertà di azione che di sicuro con una casa editrice non si può avere, e per ovvie ragioni. Eppure, un giorno vorrei lavorare nell’editoria tradizionale, soprattutto per vedere e imparare come si svolge il lavoro che sta dietro alle loro pubblicazioni.

Purtroppo, però, le case editrici sono oberate di manoscritti inviati e farsi notare dai loro scout è sempre più difficile.

Puoi parlarci dei tuoi lavori della serie “Unfaitfhul” e “Top secret”?

Anche queste sono due serie che ho pubblicato in principio sulla piattaforma Wattpad, dove avevano avuto molto successo. Si tratta di due romance dal carattere molto differente.

Top secret vede come protagonista un cantante famoso che, dopo aver raggiunto l’apice del successo, entra in crisi con la sua carriera. Un giorno incontra una ragazza madre un po’ svampita che, con la sua semplicità, saprà aiutarlo a trovare la sua strada.

Unfaithful invece è un romanzo molto diverso, più cupo nella tematica trattata, in quanto si parla di tradimento all’interno di un matrimonio. Ho voluto analizzare un mondo che spesso non viene preso in considerazione nel romance, declinando tutte le conseguenze che un tradimento può portare non solo all’interno della vita coniugale, ma anche in quella sociale e lavorativa dei personaggi. Non è un’ode alla donna fedifraga, ma anzi. Tutt’altro.

Dal nostro lavoro di valorizzazione delle autrici e degli autori del territorio, abbiamo notato come l’autopubblicazione tramite piattaforme on line, da Wattpad ad Amazon Kindle direct publishing, sia quasi sempre la strada che permette agli esordienti di essere “notati” dal mondo dell’editoria tradizionale, magari appunto da una delle numerose case editrice del territorio dell’Oltregiogo o dell’area genovese e alessandrina.

Andrea Macciò

Ricordiamo che Maia gestisce anche una interessante pagina autrice, Maiaiam

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.