L’Istituto Barletti ricorda Mario Polidori con una Borsa di Studio

L’Istituto Barletti di Ovada ha istituito una borsa di studio riservata alle studentesse e agli studenti iscritti alle classi quinte del Liceo Scientifico.

La borsa di studio verrà assegnata all’alunna o all’alunno che, al termine del corrente anno scolastico, abbia conseguito la migliore valutazione nelle discipline scientifiche, matematica, fisica e scienze naturali.

L’apprezzabile iniziativa è nata da una proposta e dal contributo economico di un gruppo di ex studenti, diplomati presso lo stesso Liceo Scientifico nella sessione d’esame di Stato dell’anno 1988/1989, con la  nobile intenzione di onorare la memoria del loro compagno di classe Mario Polidori recentemente e prematuramente scomparso.

Gli ex studenti del Liceo Scientifico Pascal hanno voluto ricordare il loro compagno di classe di Campo Ligure come di seguito riportato:

Mario Polidori è stato una delle eccellenze del Liceo “Pascal” di Ovada. Il conseguimento degli ottimi risultati scolastici finali non dice tuttavia abbastanza circa le sue effettive capacità e sulla sua persona. In tutte le materie, e in ogni anno del corso di studi, ha sempre ottenuto risultati di evidente eccellenza, dimostrando particolare passione, intuito, capacità di soluzione dei problemi e padronanza delle conoscenze nelle materie scientifiche. In questo ambito non esistevano ostacoli che non riuscisse a superare con dimestichezza ed eleganza, sorprendendo spesso anche gli stessi insegnanti.

Laureatosi a pieni voti in Ingegneria Elettronica nel 1995, ha poi frequentato il corso post-universitario per laureati in Ingegneria con stage in azienda a Genova Sestri Ponente; ha quindi continuato la sua attività lavorativa con successo nel settore, anche presso una primaria società di consulenza focalizzata sui temi ICT ed Engineering. 

Alle sue rare doti intellettuali, Mario ha sempre unito qualità umane altrettanto preziose: i colleghi ricordano la sua spiccata capacità di creare un clima di affiatamento e di fiducia reciproca. Praticava il calcio, il ciclismo e adorava il tennis, sport individuale per eccellenza che insegna tuttavia a rispettare l’avversario e a fare gruppo nei doppi e nelle gare a squadre. Come tutte le persone di autentico valore, Mario era soprattutto lontano da ogni atteggiamento di superiorità o presunzione. Discorreva pacatamente e con chiunque di ogni sorta di argomento.

Aiutava volentieri i compagni in difficoltà, aveva uno spiccato senso dell’umorismo e sapeva stare allo scherzo.

Era sempre cordiale e rispettoso verso gli insegnanti e il personale scolastico. Ancora oggi i suoi compagni lo ricordano così”.

Gli aspiranti partecipanti alla Borsa di Studio del valore di 500 euro dovranno inviare la propria candidatura, tramite apposito modulo, allegato al bando, entro e non oltre le ore 12 del giorno 14 giugno 2022 alla segreteria alunni segreteria@barlettiovada.edu.it

Fausto Piombo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.