“IDENTITA’ FRAMMENTATE”: MOSTRA DI ALEXIA BOTTA IN OCCASIONE DELLA IV EDIZIONE DI “LANTERNE SUL PO” A PARPANESE

Inchiostro Fresco è tornato nell’incantevole cornice di Parpanese (Pv), frazione di Arena Po al confine fra le provincie di Pavia e Piacenza, per documentare la suggestiva manifestazione Lanterne sul Po, giunta alla quarta edizione e tornata dopo due anni di interruzione, per le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria

Lanterne sul Po è promossa dalle amministrazioni comunali di Arena Po, Spessa e Portalbera, in collaborazione con l’associazione Amici di Pietro Delfitto (che gestisce la piccola Chiesa di San Gorgonio dove era allestita la mostra di Alexia Botta “Identità Frammentate”), Protezione Civile di Arena Po, Associazione Le meraviglie del Po, Ristorante Chalet del Gallo in Località Pievetta (Pc)

IDENTITA’ FRAMMENTATE: LA MOSTRA

La mostra è stata inaugurata ufficialmente alle 19, ma visitabile dal tardo pomeriggio insieme alla Chiesa di San Gorgonio interamente affrescata dal “pittore del PoPietro Delfitto, uno fra i più interessanti autori di arte sacra (e non solo) contemporanea del quale Inchiostro Fresco aveva già presentato l’opera in due articoli precedenti.

 La Chiesa di San Gorgonio è aperta solo in occasione di eventi anche se l’interno è sempre visibile tramite una grata: Lanterne sul Po è stata un’occasione per visitarla nei suoi particolari.

Le opere di Alexia Botta, autrice che lavora sull’identità femminile, sulla rappresentazione del volto e sull’autoritratto, sono state allestite all’ingresso della Chiesa di San Gorgonio, dove nel 2019 in occasione dell’ultima edizione di Lanterne sul Po aveva esposto per la prima volta i suoi quadri in una personale.

Opere dalla forte intensità espressiva ed emotiva, in dialogo con gli affreschi e le sculture di Pietro Delfitto che caratterizzano la piccola Chiesa di Parpanese.

Un’artista che ha ereditato da Pietro Delfitto l’attitudine “controcorrente” alla pittura figurativa: i suoi volti e corpi femminili sono caratterizzati da contorni irregolari e non definiti, a volte sporcati da macchie di colore, proprio a rimarcare la frammentazione dell’identità.

Un evento in un luogo caratterizzato dal fascino tipico dei posti di passaggio e di confine: la Chiesa di Parpanese e l’annesso ex convento degli Olivetani erano anticamente un luogo di sosta dei pellegrini, un luogo nel quale la spiritualità sacra e quella profana si mischiano creando un effetto di grande suggestione emotiva.

LANTERNE SUL PO: LA CONACA DELLA GIORNATA

Ripresa l’antica tradizione delle “lanterne sul Po“, con la speranza e l’auspicio che il “grande fiume” riesca a superare l’attuale incredibile quanto pericoloso periodo di magra. Ecco la cronaca dell’evento seguito dalla popolazione che si è sviluppato, con una novità, sul far della sera della giornata di sabato 11 giugno 2022:

  • Alle 19 è iniziato l’aperitivo a cura del Gruppo Alpini di Castel San Giovanni.
  • Alle 20, l’arrivo della Madonna Pellegrina e la benedizione dei barcaioli. Questa è stata la novità del 2022, fortemente voluta dai comuni rivieraschi.
  • Da Parpanese la Madonna Pellegrina farà tappa nei comuni di San Zenone, Spessa Po e Portalbera per poi tornare ad Arena l’11 settembre.
  • Alle 20 e 30 si è svolta la Santa Messa e dalle 21 in poi è iniziata la suggestiva posa delle Lanterne sul Po.

Quest’anno “Lanterne sul Po” ha segnato anche la ripartenza (ci auguriamo definitiva) di una tradizione locale fortemente connessa all’anima di questi luoghi di confine e di transito.

                                        Andrea Macciò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.