Carabinieri: lavoro di intelligence tra Liguria e Piemonte

Le antiche “Vie del sale” oggi sono protagoniste di illeciti traffici

L’Oltregiogo si conferma una via di passaggio purtroppo anche dei traffici illeciti, come ci dimostra il lavoro di intelligence attivato dai comandi delle Compagnie dei Carabinieri di Savona e di Novi Ligure che, lavorando in sinergia tra loro e seguendo una pista basata su intercettazioni e appostamenti, tra la fine febbraio e l’inizio di marzo hanno fatto scattare una trappola nella quale sono caduti due grossi spacciatori di droga

I Carabinieri di Novi Ligure unitamente a quelli di Savona, hanno infatti tratto in arresto S.E., 36enne e K.E 32enne, entrambi cittadini marocchini, per traffico illecito di sostanze stupefacenti, trovando all’interno di un garage, 90 Kg di hashish, un bilancino digitale, circa 20 gr di cocaina, un’ingente quantitativo di denaro in contante e numerose sim telefoniche nazionali e marocchine

I due avevano ricevuto il carico di droga nella mattinata del 28 febbraio, verosimilmente arrivato dalla Spagna, e lo avrebbero poi destinato a diverse piazze di spaccio, tra le quali Savona e Genova.

Giunta la partita è scattato il blitz dei Carabinieri e gli arrestati ieri, sabato  2 marzo 2019, su misura cautelare del magistrato sono stati associati al carcere di Alessandria.

Gian Battista Cassulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.