Gran da fare per i Carabinieri della Compagnia di Novi Ligure

Novi Ligure: in questo weekend, 8 denunce e 2 segnalazioni per uso di stupefacenti

Guidare ubriachi è una delle cose più stupide che ci possa essere. Si mette a repentaglio la propria vita e quella degli altri in una manciata di secondi. I riflessi, quando si è bevuto un bicchiere di troppo, sono alterati. Le distanze appaiono dilatate. I bordi delle strade scompaiono. Insomma guidare da ubriachi è come muoversi in una dimensione extracorporea, dove il senso del pericolo non esiste più.

E questa stupidità non ha età come dimostrano i verbali elevati dai Carabinieri della Compagnia di Novi Ligure impegnati, nel corso di questo fine settimana (5 – 6 ottobre 2019), in una “attività di controllo finalizzata appunto alla prevenzione di incidenti stradali dovuti allo stato di alterazione psico-fisica di chi si mette alla guida a seguito di assunzione di alcol e droghe”, come si legge in un comunicato stampa pervenutoci in redazione.

E già perché non c’è solo l’alcol dietro a mortali incidenti ma anche la droga!!!

Ma durante questo fine settimana a finire nella rete, questa volta in quella tesa dai Carabinieri della Stazione di Serravalle Scrivia, è stato un tizio di Pavia sorpreso con vari articoli per un valore di 500 euro, sottratti in alcuni punti vendita dell’Outlet, mentre quelli di Arquata Scrivia hanno bloccato due donne di origini colombiane, stracariche di merce rubata sempre all’Outlet per un valore di 5 mila euro!!!! 

Le due, pensando di farla franca, avevano tagliato le placche antitaccheggio per non fare suonare gli allarmi, ma non avevano messo nei loro conti i controlli dei Carabinieri che ne avevano individuato l’attività delittuosa.

Comportamenti pericolosi per l’incolumità propria e, soprattutto, quella per quella altrui, quelli riferiti alla guida sotto gli effetti dell’alcol e della droga, comportamenti di spicciola criminalità quella dei furti nei grandi magazzini, ma ambedue campanelli d’allarme di una società che sempre più sembra cadere in una deriva delittuosa, per fronteggiare la quale i Carabinieri (e le altre Forze dell’Ordine) da soli non bastano.

Occorre ritrovare un senso civico generale, il “senso dell’appartenenza”, che, purtroppo, da quanto si vede, sembra ormai perduto.

Gian Battista Cassulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.