il sindaco ai giovani: “venite a vivere a Urbe”

Fabrizio Antoci, sindaco di Urbe, ha deciso di scegliere Inchiostro Fresco e la sua edizione online per rivolgere un appello ai giovani, che noi raccogliamo e condividiamo volentieri:

Urbe, nell’entroterra alle spalle di Genova e Savona, è un comune con forte tradizione turistica e ricettiva: i circa 700 abitanti diventano 3/4000 in estate grazie ai villeggianti – quest’anno ancora più numerosi per via dell’”effetto Covid” negativo su viaggi e mare – che utilizzano le numerose seconde case, gli alberghi e i b&b” spiega il sindaco Antoci.

La ricca rete sentieristica, i torrenti con i loro cristallini laghetti, le tante occasioni di sport e svago all’aperto, il panorama mozzafiato dal passo del Faiallo, la raccolta dei migliori funghi porcini d’Italia e, non ultima, la presenza di numerosi ristoranti e trattorie con una notevole offerta gastronomica conducono a Urbe migliaia di gitanti giornalieri con ogni mezzo di locomozione – a piedi, a cavallo, in bicicletta, in moto, in auto – dalla tarda primavera ai primi rigori dell’autunno“.

Urbe però, come tutta la Liguria e in particolare l’entroterra, vive da tempo un periodo di denatalità per cui ha un forte problema di ricambio generazionale che l’attuale popolazione, da sola, non riesce a garantire.

E allora il sindaco Fabrizio Antoci lancia un appello soprattutto ai giovani ma non solo: “Se lavorate in smartworking o se comunque potete lavorare a casa, se avete un’idea imprenditoriale, se volete provare ad aprire un’azienda agricola o un allevamento, venite ad abitare ad Urbe tutto l’anno.” 

Per fare un esempio ci servono un negozio di ferramenta e una rivendita di materiali edili, che ci sono sempre stati con buoni profitti ma adesso sono chiusi per raggiunti limiti d’età dei gestori.

“Il Comune è molto attento al cittadino” continua il sindaco “forniamo ottimi servizi, assistenza domiciliare agli anziani, scuolabus sotto casa, una raccolta differenziata porta a porta, un efficiente Comitato di Croce Rossa – distintosi nel recente periodo del lockdown – una piccola grande scuola con tutti gli ordini – infanzia, primaria e secondaria inferiore – con ottimi livelli di insegnamento e senza problemi di spazi interni ed esterni per il rispetto delle normative anti-contagio.”

“L’amministrazione sta facendo un grande sforzo per migliorare e mettere in sicurezza la viabilità comunale – ci aspettiamo altrettanto da Provincie, Regione e Stato. Presto riavremo anche un distributore di carburanti sul territorio. Non ci sono problemi di spesa, grazie a 2 mini market, negozi di commestibili, macellai, farmacia e tabacchi. Godiamo di una buona copertura internet che speriamo venga presto ulteriormente potenziata dall’arrivo della banda ultralarga”

Conclude il suo spot il sindaco: “Abbiamo spazi, immobili in vendita e in affitto a costi inferiori rispetto alla città, terreni in quantità, una buona qualità della vita per tutti, oltre ad un ambiente naturale meraviglioso ed incontaminato. Urbe vi aspetta, non solo d’estate: vivere nell’entroterra è bello tutto l’anno!” 

4 Replies to “il sindaco ai giovani: “venite a vivere a Urbe””

  1. Una qualità di vita migliore.
    Oltre ai servizi elencati a mio avviso occorrerebbero seri consulenti finanziari e specialisti in politiche agrarie e genio rurale x indirizzare i giovani intenzionati a creare aziende agricole ed imprese.Una sorta di sportello

  2. Iniziativa non interessante…ma molto di più…..un incentivo ad una vita migliore di grande qualità …..da non sottovalutare i suggerimenti di attività e l invito del sig sindaco all’ integrazione in una società con radici diverse profonde x la comunità e l ambiente valori che oggi si sono persi di vista a causa di una frenesia massacrante e devastante ….senza ombra di dubbio in zone adeguate come Urbe (peraltro molto conosciuta)….anche se a fatica si è fatto il possibile e l impossibile x difendere i veri valori la vera vita…..e dopo un attenta analisi non resta che soffermarsi a valutare e magari cogliere con entusiasmo l invito…….x eventuali contatti riguardanti informazioni più approfondite a chi Ci si può rivolgere? Grazie mille

  3. Interessantissima idea.
    Io ho la casa a San Pietro d’olba e ho svariate professionalità che potrei svolgere.
    Ma a chi bisogna rivolgersi per avere informazioni?

  4. Originario di Urbe da generazioni, ci abiterei anche da domani. Mi servirebbe solo un lavoro nei dintorni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *