IL PONTE SULL’ALBEDOSA: UNA FERITA ANCORA APERTA

Era l’ottobre del 2019 quando un’ondata di piena si portò via come un fuscello il ponte sull’Albedosa, in prossimità del Golf Club “Villa Carolina”, sulla strada provinciale che congiunge Novi Ligure con Ovada

Lo scorso anno è stato realizzato un ponte provvisorio che però in caso di piena viene chiuso e quindi i collegamenti nella Valle dell’Orba sono appesi ad un filo, visti i cambiamenti climatici e le “bombe” d’acqua che da alcuni anni ci stanno perseguitando.

Inoltre con tutto quello che accade in Valle Stura e con la A/26 sempre in bilico, se anche questa strada provinciale si interrompesse causa maltempo, avremmo Ovada completamente isolata, perché la strada Oltre Orba anch’essa è soggetta ad alluvioni, e anche Novi verrebbe privata di un suo importante sbocco commerciale.

Bisogna dunque far presto nel ripristinare questo ponte e ripristinarlo bene!

Una volta si poteva andare in Provincia a protestare con i nostri rappresentanti eletti. Ora nemmeno quello ci è più consentito perché in provincia, per quella malaugurata riforma firmata Renzi, siedono dei “nominati” che non rispondono più ad un elettorato, ma a dinamiche interne ai vari partiti.

Si potrebbe dire sarcasticamente che: “Siamo messi veramente bene!” e intanto nel degrado e nell’abbandono, vicino ai due monconi del vecchio ponte sull’Albedosa iniziano ad accumularsi alcuni rifiuti che sono le pericolose premesse per una discarica abusiva!!!

Gian Battista Cassulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.