QUESTIONE TARINÈ: PARLA IL SINDACO DI ROSSIGLIONE, KATIA PICCARDO

La nostra redazione della Valle Stura, che sta da tempo seguendo la questione del Tarinè, in ordine alla ventilata apertura di una miniera per l’estrazione del titanio, ha ancora recentemente organizzato a Piampaludo (Sassello) una conferenza stampa, con moderatore il nostro inviato Luca Serlenga, ove i membri del comitato “Salviamo il Tarinè” hanno fatto sentire le loro voce assieme a quelle dei sindaci dei comuni che verrebbero interessati dai lavori di estrazione

Oggi, nel continuare questa nostra attività d’informazione su tale vicenda, Giacomo Piombo ha intervistato Katia Piccardo, sindaco di Rossiglione (Ge), il cui territorio verrebbe inevitabilmente coinvolto da tali lavori, sia per il transito dei mezzi pesanti, sia per i possibili scompensi delle falde acquifere, sia per eventuali danni all’immagine del paesaggio di questo comune anch’esso facente parte del Parco del Beigua, patrimonio dell’Unesco.

Ecco la video intervista, montata per “inchiostro fresco TV” dal nostro videomaker Fausto Piombo.

Marta Calcagno – Direttore responsabile de “l’inchiostro fresco”

2 Replies to “QUESTIONE TARINÈ: PARLA IL SINDACO DI ROSSIGLIONE, KATIA PICCARDO”

  1. Considero un reato civile, sociale, umano scavare una miniera in un parco facente parte dell’UNESCO.
    Penso si tratti di una farneticazione. Altrimenti non esiste scampo a un tale progetto.
    Non si pensa alla situazione ambientale degli abitanti dei paesi facenti parte del parco, o circostanti ad esso, qualora si scavasse una miniera di tale portata?

  2. Condivido, ma direi che più che altro è un insulto alla cultura dell’ambiente: il Titanio è un minerale prezioso e impiegato nelle più diverse utilità, ma anche l’ambiente è un bene prezioso. Dobbiamo riflettere tutti assieme su quello che vogliamo dal mondo e soprattutto che mondo vogliamo !!!! GB Cassulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.