DANTE OSPITE DELLA FORTEZZA DI GAVI

Il Comune di Gavi di concerto con la Direzione Regionale dei Musei del Piemonte, oltre che con le associazioni locali e i comuni limitrofi, organizza dal 20 giugno al 4 luglio 2021 una mostra degli elaborati prodotti dagli studenti delle Scuole secondarie dell’Istituto comprensivo “De Simoni” di Gavi in occasione dell’anno dedicato ai 700 anni dalla scomparsa del Sommo poeta

Con questa iniziativa – ha detto il sindaco di Gavi, Carlo Massala volontà è quella di associare manifestazioni di diverso tipo alla conoscenza sia territoriale che dei nostri patrimoni artistici, valorizzandone l’importanza e il potenziale che possono apportare al territorio”, e in tal senso Francesca Regoli, Assessore Beni e Politiche culturali del Comune di Gavi, pone in evidenza, accanto all’iniziativa della mostra, anche l’intervento dell’associazione “I Mancini del Quarto” di Acqui Terme che, domenica 20 giugno, giorno dell’inaugurazione, si produrranno nella Sala conferenze del Forte di Gavi in letture di alcuni canti della Divina Commedia.

Per seguire tale performance, nell’ottica delle misure anti-Covid occorrerà prenotare la propria presenza agli “Amici dell’Arte di Serravalle Scrivia”.

Come si vede dunque, questo è un evento che vedrà, attorno alla figura di Dante, protagonista tutto il territorio gravitante attorno a Gavi e alla sua Fortezza.

Gian Battista Cassulo

Per info: Francesca Regoli, Assessore Beni e Politiche culturali del Comune di Gavi – Cell.: 338-5306831 oppure: Amici dell’Arte di Serravalle Scrivia: http://amici-dell-arte-serravalle2.reservio.com

La foto di copertina che ritrae la Fortezza che sovrasta il borgo di Gavi è tratta da Internet

Nel 2021 ricorrono i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, avvenuta a Ravenna, ove era costretto all’esilio, nella notte tra il 13 e il 14 settembre del 1321. Questa iniziativa di Gavi rientra nel novero delle tantissime le iniziative culturali in tutta Italia, volte a celebrare il Sommo poeta, simbolo dell’unità del nostro Paese.

Cogliamo l’occasione per riproporvi qui di seguito un altro nostro servizio a firma di Marta Calcagno, sulla presenza del Sommo poeta nella Val Lemme

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.