UN RICORDO DI MARIO FRANCHINI

Ho letto della scomparsa di Mario Franchini leggendo “Il Secolo XIX” mentre ero fuori Novi e mi è venuto un colpo! Franchini era una persona che consideravo eterna ed effettivamente è così perché di lui rimangono i suoi libri, l’ultimo dei quali “Nello spirito del tempo” lo avevamo recensito a firma di Andrea Macciò, appena un mese fa sul nostro “inchiostro fresco”!

Mi sembra impossibile eppure è così e la sua scomparsa mi conferma il pensiero per cui non è importante vivere ma l’importante è quello che si fa durante la nostra vita e Franchini ha fatto molte cose delle quali ha lascito il segno con i suoi scritti e proprio per questo mi piace ricordarlo così, con questa foto che gli scattai di sorpresa, mentre leggeva “Il Corriere della Sera” al Caffè del Teatro a Novi come era solito fare, mentre, “tra una riga e l’altra”, guardava, con disincanto e con fare quasi staccato, il passeggio della gente in via Girardengo. Ciao Mario!

Gian Battista Cassulo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.