Una visione poetica di Novi raccontata dalla sua torre

Il nuovo libro di poesie dialettali di Francaurelia Cabella

Sta per arrivare in libreria A pòrla a túre. Poesie in dialetto novese e italiano di Francaurelia Cabella, a cura di Edizioni Joker. Questo ennesimo atto d’amore dell’autrice per la sua città e la sua parlata cerca di rivitalizzare l’uso del dialetto “facendo rivivere nell’attuale era tecnologica e mediatica il sapore gustoso e spesso colorito del linguaggio un tempo quotidiano e quasi esclusivo della gente”, come ricorda l’appena scomparso Francesco Melone nella presentazione del volume.

È la torre in prima persona a raccontare, lanciando dall’alto della collina il suo sguardo che abbraccia la città, raccontandone gli angoli più vivi e più cari ai suoi abitanti. Scorci, strade, abitudini e persone che fanno parte ormai più della memoria che del presente, come a voler mettere nero su bianco qualcosa che rischia di sfumare lentamente nell’oblio. Eppure qualcosa si può, si deve fare, per mantenere inalterati i ricordi e i segreti del tempo passato, affinché l’anima stessa della città non si perda in un magma indistinto. Sarà per questo che la torre, testimone sempiterna della vita della città, racchiude essa stessa delle storie che sono patrimonio indissolubile delle vicende umane che sotto i suoi occhi si sono svolte. Come quella di un ragazzino innamorato che incide sui mattoni medievali un cuore in onore della sua fiamma, e che poi abbandona Novi per sempre: il suo cuore, come quello della città, resterà per sempre custodito nel respiro della torre.

Il volume sarà presentato lunedì 20 dicembre 2021, alle ore 18,00 presso la Sala Conferenze Azimut, a Novi Ligure (Al) in via Roma 20

Ufficio Stampa Edizioni Joker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.