Home | Valle Scrivia e Val Vobbia | Busalla : l’incandidabilità entra nella campagna elettorale

Sale al massimo la tensione nella corsa alla carica di primo cittadino

Busalla : l’incandidabilità entra nella campagna elettorale

La campagna elettorale per le prossime elezioni amministrative a Busalla sta assumendo toni sempre più incandescenti, l’ultima questione, sollevata di recente, riguarda il ricorso, presentato in Prefettura, sull’incandidabilità di Pietro Bellina, candidato al ruolo di primo cittadino per la lista “Busalla Punto a Capo”, presentata da Giuseppe Coniglio, candidato in lista con Busalla Libera e Democratica che sostiene Roberto Rocco Surace sindaco.

L’Inchiostro Fresco ha ascoltato la voce di Giuseppe Coniglio e di Marco Bagnasco (promotore della lista a sostegno di Pietro Bellina).

GIUSEPPE CONIGLIO:

giuseppe coniglio

I fatti parlano chiaro, secondo il decreto legge n.267 del 2000, l’ingegner Pietro Bellina non è candidabile al ruolo di sindaco, faccio subito presente che il ricorso non è stato presentato dal candidato Giuseppe Coniglio della lista “Busalla Libera e Democratica” ma dal libero cittadino Giuseppe Coniglio.

Abbiamo già presentato un ricorso in due fasi, la prima presso la Commissione elettorale di Busalla, che ci ha risposto per iscritto, dichiarandosi al momento non in grado di stabilire se Pietro Bellina è attualmente incandidabile e che stabilirà il tutto ad elezioni concluse. Secondo noi questa commissione non è attendibile, perché al suo interno ne fa parte il sig. Mangini, esponente del Partito Democratico locale (che sostiene Pietro Bellina come candidato sindaco, ndr) e pertanto non può dare una risposta serena. Bellina ci ha risposto che l’incompatibilità tra il suo lavoro e la carica a sindaco esiste, ma girerà le sue competenze ai colleghi, gli ingegneri Parodi e Traverso, ora mi chiedo perché non lo ha fatto al momento della candidatura? La seconda fase è il ricorso direttamente alla Prefettura di Genova, che depositeremo domani.

All’interno del programma della lista “Punto a Capo” inoltre compaiono i temi della Tangenziale, già bloccata dalla Provincia e del Migliarese, settori di diretta competenza della Provincia di Genova, per cui lavora l’ingegner Bellina. Questo mi fa pensare che il Pd locale voglia a tutti i costi mettere le mani su Busalla.

Faccio inoltre sapere che consideriamo inopportuna la candidatura dell’ingegner Loris Maieron, per cui se dovesse essere eletto presenteremo la stessa richiesta, in quanto egli diventerebbe il datore di lavoro di sua moglie.

 MARCO BAGNASCO:

marco bagnasco

 Quanto sostenuto da Giuseppe Coniglio non ha alcun riscontro, il candidato che sostengo personalmente e che ho promosso, l’ingegner Pietro Bellina non è, secondo la legge, ne incompatibile, ne ineleggibile al ruolo di primo cittadino di Busalla. La legge a cui fa riferimento l’esponente della lista “Busalla Libera e Democratica” si applica solamente ai Comuni con una popolazione superiore ai 15 mila abitanti, mentre Busalla all’ultimo censimento ne conta poco meno di seimila.

Faccio inoltre presente, come ho già scritto nel nostro blog con il pezzo “Agitatori di vuoto”, che tutti questi attacchi nascono solamente dal fatto che la lista in questione non ha candidati conosciuti sul territorio, non ha idee e nemmeno programmi, avendo presentato un programma che è un copia e incolla di pezzi dei programmi elettorali delle altre quattro liste in campo, quindi questa lista svolge solamente un azione di disturbo.

Non solo, come ho appena detto, si tratta di una lista che non propone idee proprie, ma che, presenta un nome che richiama direttamente, ingannando gli elettori, la lista “Busalla Democratica” con cui mi ero presentato cinque anni fa, usa lo slogan “cambia verso” ideato da Renzi per il Pd, creando quindi  un inganno per racimolare qualche voto.

Concludo il tutto con una battuta, Giuseppe Coniglio è come quegli studenti poco preparati che copiano male dal compagno di banco e alla fine prendono un voto gravemente insufficiente!

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina