Home | Valle Stura e Val d'Orba | A Mele prende il via la quattordicesima edizione di “Per Musicha”

Da giovedì la rassegna organistica dell'Autunno Musicale Melese

A Mele prende il via la quattordicesima edizione di “Per Musicha”

antonio-de-cabezon Prenderà il via giovedì 13 ottobre alle ore 21, la quattordicesima edizione della rassegna musicale “Per Musicha – Autunno musicale melese”. Come ogni anno la rassegna si terrà nei locali dell’Oratorio di Sant’Antonio Abate di Mele ed è organizzata dalla locale Confraternita con il patrocinio dell’Amministrazione comunale.

Il primo concerto di questa quattordicesima stagione vedrà esibirsi Alberto Dossena all’organo Locatelli del 1893. Dossena eseguirà i brani di Antonio de Cabezon ovvero “Tiento XI de Sexto Tono”, “Diferencias sobre la Gallarda Milanesa” e “Pavana italiana” passando poi a Johann Sebastian Bach con tre brani scelti dalla “Collezione Neumeiester”, proseguendo poi con William Boyce con “Voluntary I in re maggiore”; Paolo Nevodini con la “Sonata per organo allegro”; Samuel Wesley con “Air” e “Gavotte”; Padre Davide da Bergamo con “Suonatina per offertorio e postcommunio” e si concluderà con Vincenzo Petrali con “Adagio per voce umana” e “Sonata finale dalla messa in re maggiore”. Una serie di brani di musica organistica che spaziano dal XVI fino al XIX secolo e compiono un giro virtuale dell’Europa tra Spagna, Germania, Regno Unito e Italia.

Alberto Dossena, nato a Cremona ha studiato presso il Conservatorio Nicolini di Piacenza, dove si è diplomato con il massimo dei voti in clavicembalo e al Conservatorio Verdi di Milano. Ha successivamente seguito i corsi universitari internazionali a Santiago de Compostela (Spagna) dove nel 2001 ha ottenuto il prestigioso Premio Rosa Sabater.

maestro-alberto-dossena-1 Attualmente Dossena svolge la sua attività concertistica sia in Italia che all’estero, in particolar modo in Spagna con il “Festival Internacional de Musica y Danza” di Granada e il “Festival Internacional” di Santander.  Nel 2002 ha vinto all’unanimità il primo premio alla “Premiera Bienal Internacional de Joven Organistas” della Real Academia de Belle Artes di Granada.

Grande studioso di arte organaria è direttore della Polifonica Cavalli di Crema e organista titolare della Cattedrale di Crema e organista della Basilica di Santa Maria della Croce.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina