Home | Entroterra Genovese | Casella, si parla del progetto “Tesori nascosti del Mediterraneo”

Il progetto finanziato dall'Unione Europea per lo sviluppo turistico delle aree interne

Casella, si parla del progetto “Tesori nascosti del Mediterraneo”

 Giovedì 27 aprile alle ore 17:30, presso la sala consiliare del Comune di Casella (Via al Municipio 1) appuntamento con un incontro relativo al progetto Tesori nascosti del Mediterraneo.

Si tratta di un progetto finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del programma interregionale Marittimo Italia-Francia, destinato alla riscoperta delle aree interne delle principali regioni costiere (Liguria, Toscana, Sardegna, Corsica, Provenza-Alpi-Costa Azzurra) per far conoscere e promuovere l’offerta turistica “slow”.

Per quanto riguarda la Liguria il progetto coinvolge le valli dell’entroterra genovese (Polcevera, Alto Bisagno, Aveto, Graveglia e Sturla).

Obiettivo finale del progetto è creare e consolidare una rete transnazionale di imprese turistiche, in grado di operare attraverso la c.d. “ospitalità diffusa”, sviluppando una proposta turistica che sia in grado di coniugare residenzialità, attività culturali, natura, enogastronomia ed artigianato di qualità e che sia allo stesso tempo innovativa e rispettosa dell’ambiente.

L’iniziativa sarà caratterizzata da un marchio identificativo che, successivamente, coinvolgerà tutti i comuni dell’entroterra europei che lo desidereranno.

“Tesori nascosti del Mediterraneo” è un’occasione molto interessante per rilanciare il turismo nelle aree interne, attraverso gruppi di lavoro tematici, il recupero delle case vacanze, la creazione di pacchetti turistici che vadano al di là degli itinerari tradizionali e l’identificazione di prodotti tipici delle aree coinvolte.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina