Home | Territorio | Nel 2017 produzione in calo per orzo e frumento

A causa delle condizioni climatiche sfavorevoli degli ultimi mesi comunica Confagricoltura

Nel 2017 produzione in calo per orzo e frumento

 «Il maltempo dell’ultima settimana ha ostacolato la conclusione della trebbiatura dell’orzo, mentre per quanto riguarda il grano, la raccolta è in pieno svolgimento – spiegano i tecnici di Confagricoltura Piemontequest’annata, inoltre, è stata caratterizzata purtroppo dalla prolungata siccità che ha influito negativamente sulla produzione di granella, con un raccolto che sarà quantitativamente inferiore a quello dello scorso anno». A questo si aggiunge un altro problema: la campagna anticipata di circa due settimane rispetto all’anno scorso (da 8 a 15 giorni secondo le zone) ha creato le condizioni ottimali per lo sviluppo delle malattie fungine, che però, spiegano da Confagricoltura, che fortunatamente sono state ben controllate dai cerealicoltori.

Riguardo al raccolto di orzo nel territorio del Piemonte quest’anno sarà inferiore di circa il 15-20% rispetto all’anno scorso, con rese che variano tra i 45 ed i 55 quintali per ettaro. I cali di produzione, a causa delle ripetute condizioni climatiche sfavorevoli, sono ancora più marcati per quanto riguarda il frumento tenero, calato del 20-25% rispetto al 2016, con una resa compresa tra i 50 ed i 60 quintali per ettaro. Sia per l’orzo che per il frumento il peso elettrolitico è buono, così come il tenore delle proteine.

Enrico Allasia, presidente di Confagricoltura Piemonte spiega che «è necessario che l’intera filiera faccia uno sforzo aggregativo, coinvolgendo imprese agricole, molini, pastifici, stoccatori e distribuzione organizzata – prosegue Allasia – per arrivare alla definizione di contratti pluriennali di coltivazione che aiuterebbero a superare la volatilità dei mercati, con un sicuro vantaggio per tutti gli operatori».

I primi prezzi in campagna, anche se non son ancora un riferimento attendibile, fanno segnare un miglioramento delle quotazioni dei cereali, che nel 2016 furono particolarmente bassi.

Secondo Confagricoltura in Piemonte (dati Istat) l’orzo viene coltivato da circa 5700 imprese agricole per una superficie complessiva di 17200 ettari, mentre il frumento tenero è coltivato da circa 15500 imprese con una superficie complessiva di 85800 ettari. La produzione totale di orzo e frumento tenero si aggira sui 4 milioni e 700 mila quintali di cerali, per un valore complessivo di 720 milioni di Euro.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina