Home | Entroterra Genovese | La sesta edizione di “Classica a Gorreto”

Nella Chiesa Parrocchiale di Santa Caterina da Siena

La sesta edizione di “Classica a Gorreto”

 La grande musica classica ritorna in Val Trebbia. Lunedì 14 agosto, presso la Chiesa parrocchiale di Santa Caterina da Siena a Gorreto, si svolgerà la sesta edizione di “Classica a Gorreto”, evento organizzato dal Comune con il patrocinio del Parco dell’Antola e la collaborzione della Pro Loco Gorreto, dell’Hotel Miramonti e dell’Associazione Pescatori Val Trebbia.

A partire dalle ore 21:15 il quartetto d’archi formato da Elena Aiello (violino), Laura Sillitti (violino), Nevio Zanardi (violoncello) e Daniele Guerci (viola) eseguiranno “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi”. L’evento è ad ingresso libero.

Grande soddisfazione per questa sesta edizione è stata espressa dal Sindaco di Gorreto, Sergio Capelli «Nel 2012 organizzammo la prima edizione grazie ad un’idea di Nevio Zanardi, violoncellista del Carlo Felice e artista noto a livello internazionale che è originario proprio di Gorreto e che trascorre qui le estati – spiega Capelli – abbiamo fatto questa scommessa che, all’inizio, sembrava quasi una pazzia. Invece già nella prima edizione l’entusiasmo del pubblico è stato enorme, al punto che c’erano persone a seguire il concerto anche nel piazzale davanti alla chiesa. Da allora “Classica a Gorreto” è diventato un appuntamento imperdibile per l’estate in Val Trebbia».

Nevio Zanardi, violoncellista e musicista del Teatro Carlo Felice, originario del piccolo paese della Val Trebbia è stato recentemente insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica per i suoi meriti in campo artistico. Da qualche tempo all’attività di musicista affianca, con altrettanto successo, quella di pittore.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina