Home | Entroterra Genovese | Strada Statale 45, rimossi i manifesti degli eventi

Un comportamento inspiegabile da parte di ANAS

Strada Statale 45, rimossi i manifesti degli eventi

 Il nostro collaboratore Daniele Barbieri segnala sulla sua pagina Facebook un comportamento abbastanza inspiegabile da parte di ANAS sulla Strada Statale 45, la famosa strada che collega Genova a Piacenza attraversando tutti i principali paesi della Val Trebbia.

Nei giorni scorsi ANAS, che si occupa della gestione della strada stessa, ha senza alcuna ragione apparente rimosso gli striscioni ed i manifesti affissi dalle varie Pro Loco, associazioni di promozione del territorio e singoli privati della Val Trebbia affissi ai bivi tra le strade provinciali e la S.S. 45 per promuovere le feste, le sagre, gli eventi musicali e non dei propri paesi.

Un comportamento davvero inspiegabile e dannoso verso questi paesi, in quanto agosto è il mese turisticamente più importante della valle, che vede arrivare moltissimi villeggianti provenienti da Genova, Piacenza, Milano, ecc… che hanno la loro seconda casa in questi luoghi.

Su Facebook è stato puntato il dito sul gesto arrogante di ANAS, ente che, come da tempo denunciano in Val Trebbia, anzichè preoccuparsi dello stato di fatiscenza della strada stessa utilizza i soldi per far rimuovere i manfiesti delle feste. Dalle Pro Loco e dalle associazioni del territorio è subito partito un tam tam di denuncia contro questa politica da parte di ANAS.

Fabio Mazzari
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina