Home | Sport | Torino sarà “city partner” della Federazione Italiana di Scherma

L'accordo firmato alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano

Torino sarà “city partner” della Federazione Italiana di Scherma

 È stato siglato alla Fiera di Milano, nell’ambito della BIT 2018, l’accordo tra il Comune di Torino e la Federazione Italiana Scherma per il progetto City Partner Fis. L’amministrazione comunale fornirà gratuitamente i suoi impianti sportivi e in cambio otterrà la garanzia di poter organizzare delle gare sul suo territorio, oltre alla possibilità di veicolare le sue iniziative attraverso i canali della Federscherma.

Torino è la 25esima città italiana che aderisce al progetto istituito dalla Federscherma per creare una sinergia che faccia il bene dello sport e dei comuni stessi. “Quando una gara coinvolge 1000 ragazzi, con 1000 famiglie e 1000 istruttori si mobilitano circa 4-5 mila persone che per una città sono un’occasione di indotto – ha spiegato il presidente della Federazione Italiana Scherma Giorgio Scarsoecco il senso dell’accordo Fis City Partner”.

Di una “consolidata esperienza nell’organizzazione di eventi di altissimo livello” ha parlato la presidente del Comitato Regionale Fis Piemonte Cinzia Sacchetti, che ha citato il Gp Fie di fioretto Trofeo Inalpi e gli Europei di scherma paralimpica a Casale Monferrato in quanto grandi successi organizzativi e risorse per le località in cui erano stati organizzati. “Questo è possibile grazie alla capacità di chi organizza ma anche al supporto di Regione e Comune. Cerchiamo di portare la scherma nelle scuole con progetti su scala regionale e su Torino”, ha aggiunto Sacchetti.

Per il consigliere comunale Marco ChessaTorino è una città di forte tradizione in ambito schermistico e vogliamo continuare, per questo ogni collaborazione è ben accetta. Siamo un’amministrazione che punta forte sullo sport anche in un momento di contrazione delle risorse, e cerchiamo di portare eventi sul territorio della nostra città e attraverso l’attività scolastica. Speriamo che questo sia un ulteriore passo verso altri traguardi”.

Nella stessa sede è stato annunciato un accordo con la Regione Piemonte per permettere alla Coppa del Mondo di fioretto di restare a Torino e trovare una casa più consona alle sue esigenze, spostandosi dal PalaRuffini al PalaIsozaki. L’accordo prevede una convenzione che sarà firmata in occasione del Trofeo Inalpi dell’anno prossimo e secondo il presidente Fis Scarso “testimonia la grande sensibilità della Regione Piemonte nei confronti dello sport”.

Un concetto ribadito anche da Paola Casagrande, direttrice area Cultura, Sport e Turismo della Regione Piemonte: “Crediamo molto in questo progetto, ci crede l’assessore Ferraris che ha deciso di sostenere con maggiore impulso la gara di Coppa del Mondo di fioretto a Torino”.

G.P.M.
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina