Home | Magazine | Gli angeli custodi di Terra Madre-Salone del Gusto ’18

Gli studenti del Berti e del Gioberti di Torino protagonisti della prossima edizione, dal 20 al 24 settembre

Gli angeli custodi di Terra Madre-Salone del Gusto ’18

 Hanno conosciuto la filosofia del cibo buono, pulito e giusto. L’hanno sperimentata attraverso la formazione e organizzando feste ed eventi pubblici. Ora sono pronti per mettersi al servizio delle migliaia di visitatori che parteciperanno alla dodicesima edizione di Terra Madre Salone del Gusto che Slow Food, Città di Torino e Regione Piemonte organizzano a Torino dal 20 al 24 settembre.

La più grande manifestazione internazionale dedicata alle produzioni alimentari tradizionali e contadine di piccola scala avrà come tema #foodforchange, il cibo come cambiamento. A portare avanti questo messaggio di rinnovamento per l’intera società saranno anche gli studenti del liceo Classico e Linguistico Gioberti e i colleghi del liceo delle Scienze umane Berti di Torino.

Circa 90 allievi del Gioberti, poco meno di 1 su 10 degli iscritti all’istituto, durante i cinque giorni di Terra Madre si occuperanno di assistenza all’organizzazione, di accompagnamento dei delegati stranieri, di traduzioni e di tanto altro ancora, nell’ambito di un progetto di alternanza scuola-lavoro

Nei mesi scorsi gli stessi studenti sono stati protagonisti della Terra Madre Academy, partecipando a corsi di formazione sull’organizzazione di Terra Madre e il movimento Slow Food e organizzando eventi pubblici sui temi della lotta al cambiamento climatico e allo spreco alimentare.

Nel quartiere multietnico di San Salvario, nel cuore di Torino, i ragazzi di due classi quarte hanno allestito una Disco Soup, una festa popolare dove sono stati serviti cibi freschi “salvati” dagli scarti dei supermercati. «L’evento si è svolto nella Casa del quartiere di via Morgari – spiega Fabrizio Bellone, docente del liceo Gioberti -. Gli studenti hanno prima girato i supermercati della zona per recuperare i prodotti, poi hanno preparato insalatone e macedonie di frutta e le hanno offerte gratuitamente, mentre alcuni compagni di classe suonavano musica. È stata un’ottima occasione per illustrare ai partecipanti come era stato preparato il cibo e quali argomenti sulla sostenibilità e sull’ambiente le classi stavano affrontando a scuola».

 Altri allievi hanno studiato una caccia al tesoro gastronomica per un centinaio di bambini dell’Estate ragazzi di San Mauro Torinese. «Abbiamo usato i nostri sensi per far capire ai bambini la differenza tra un succo di frutta proveniente dai banconi del supermercato e uno prodotto da un artigiano locale.

Un esercizio giocoso che ci ha permesso di mettere in evidenza le differenze tra le produzioni industriali e quelle più genuine» spiegano gli studenti.

Un’esperienza che trova spazio nel programma ufficiale di Terra Madre Salone del Gusto perché sarà al centro di alcune conferenze pubbliche ospitate nell’aula magna del Gioberti.La stessa scuola ha anche promosso l’accoglienza dei delegati di Terra Madre che raggiungeranno il capoluogo sabaudo da tutte le comunità contadine del   mondo.

Quaranta le famiglie che hanno dato la propria disponibilità e che ospiteranno 50 persone. Veri e propri “angeli custodi”, che, oltre a ospitare i delegati a casa loro, li accompagneranno nelle sedi ufficiali della manifestazione, a Lingotto Fiere, dove si terranno i Forum sui temi che li riguardano direttamente e sarà allestito il Mercato italiano e internazionale, e nelle sedi che ospiteranno gli incontri con i delegati del Terra Madre In.

 Un programma altrettanto impegnativo è quello degli allievi della IV A del liceo Berti che tradurranno i grandi temi della manifestazione in un linguaggio più accessibile ai bambini in visita alle cinque aree tematiche #foodforchange (Slow Meat, Slow Fish, Semi, Cibo e salute, Api e insetti). «I nostri ragazzi – raccontano gli insegnanti Andrea Degrandi e Lucia Colombara che seguono il progetto – opereranno nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro e stanno preparando attività educative e di intrattenimento per i bimbi che visiteranno la manifestazione insieme a papà e mamma. Terra Madre Salone del Gusto ci sta permettendo di comprendere i temi proposti da Slow Food e in futuro potrebbero nascere nuove collaborazioni».

Terra Madre Salone del Gusto è resa possibile grazie al contributo delle tantissime aziende che hanno creduto in questo progetto e che insieme a noi si stanno impegnando per rendere l’edizione 2018 la più bella di sempre. Citiamo qui gli Official partner: GL events, Iren, Lavazza, Lurisia, Parmigiano Reggiano, Pastificio Di Martino, Quality Beer Academy. Official Sparkling Wine: Consorzio Alta Langa.

G.P.M.
Gentile utente, ti ricordiamo che puoi manifestare liberamente la tua opinione con un commento all'articolo, che verrà moderato dalla redazione prima della sua pubblicazione. Affinché il tuo contributo possa essere pubblicato, dovrà attenersi alla Policy di utilizzo del sito: evita gli insulti, le accuse senza fondamento e mantieniti in topic.

Commenta l'articolo

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato* Campi obbligatori *

*

Torna ad inizio pagina