NOVI LIGURE E ARQUATA SCRIVIA: RICORDATO IL 76° ANNIVERSARIO DELLA LIBERAZIONE

La ricorrenza è stata onorata, come di consuetudine, in tutti i Comuni del Paese con l’intervento delle Autorità locali, delle Associazioni d’Arma, dei cittadini e, naturalmente, dell’ANPI che si è fatta cura dell’organizzazione

Noi come “inchiostro fresco” vi proponiamo il servizio che questa mattina abbiamo girato a Novi Ligure, dove ha la sede la nostra redazione centrale dell’Oltregiogo, e come omaggio al resto del territorio ove distribuiamo il giornale, pubblichiamo anche un servizio fotografico che ci giunge da Arquata Scrivia, curato dal nostro corrispondente e opinionista, Arnaldo Liguori, giornalista de “Il Giorno”.

Come giornale noi vorremmo dedicare questa ricorrenza ai Fratelli Carlo e Nello Rosselli che non ebbero timore ad esprimere le loro idee di libertà, quando la stragrande maggioranza taceva, ad Aldo Gastaldi detto “Bisagno” che, in quella guerra civile che esplose tra il 1943 e il 1945, non infierì mai sugli avversari, e alla Brigata Mario che, al di là di ogni demagogia, seppe veramente coniugare l’idea di integrazione tra combattenti di diverse etnie, religioni e idee politiche, con la visione di un mondo libero da ogni sopruso.

E qui di seguito vi accludiamo un filmato che girammo nel 2014, quando per ricordare il 25 Aprile, come nostra consuetudine, andavamo a scarpinare sui Sentieri della Libertà tracciati nell’Appennino ligure/piemontese, veri e propri monumenti scolpiti nel verde.

Gian Battista Cassulo

UNA ESCURSIONE DEL 25 APRILE SUI SENTIERI DELLA LIBERTA’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.